Il Corso Avanzato sul Follow-up Marketing On Line

Blogging In The Follow-up Marketing On Line

Corso Avanzato sul Follow-up Marketing On Line

In questo blog potrai trovare delle interessanti strategie sul Blog Marketing e sul Follow-up Marketing On Line, applicate attraverso gli strumenti dell’E-mail Marketing, del Social Media Marketing e del Web Marketing, per contattare e ricontattare coloro che avrai incontrato in una fiera, le aziende che avrai incontrato durante il tuo percorso lavorativo, i destinatari delle telefonate del tuo call center, i prospect che si saranno iscritti alla tua lista, in attesa di ricevere le tue comunicazioni ed i tuoi follow-up, nonche' i visitatori interessati al tuo sito e tutti coloro che ti avranno conosciuto o contattato attraverso i social media, come facebook, instagram, linkedin, slideshare, twitter, etc.

Tutto questo potrai processarlo secondo tempi ed intervalli opportunamente pianificati e calendarizzati, in base alla tipologia di potenziale cliente, che avrai categorizzato proprio allo scopo di dedicare maggiori risorse a coloro che sembrano maggiormente disposti a darti la loro fiducia.

Naturalmente la tua attivita’ avra’ il fine di convertire i tuoi prospect in clienti, e questi ultimi in clienti fidelizzati, in un’incessante lavoro di impostazione di contatti successivi che porti la tua azienda a raggiungere la piena stabilita’ finanziaria.

Il Follow-up Marketing rappresenta un insieme di strategie che possono essere utilizzate da un’azienda, attraverso i suoi specifici canali, che possono appartenere al settore on-line, oltre che a quello off-line.

E’ la strategia di contatto per eccellenza, per ricontattare sempre e comunque tutti coloro con i quali si sia avuto un primo contatto, nonche’ tutti coloro dai quali si sia avuto un primo acquisto.

Per eccellenza proprio perche’ il suo scopo e’ quello di convertire il maggior numero di potenziali clienti in clienti, e questi ultimi in clienti fidelizzati.

L’ambito operativo del Follow-up Marketing viene comunemente ritagliato nel settore dei beni non durevoli, oppure anche durevoli, purche’ dotati di accessori e abbinabili a beni complementari, proprio perche’ e’ grazie a queste caratteristiche che il cliente fidelizzato diviene il whole life customer.

Il Follow-up Marketing On Line rappresenta una parte del Follow-up Marketing, ed e’ uno strumento che viene utilizzato da operatori e professionisti del commercio on-line, perche’ permette di elencare, descrivere e combinare in un mix di marketing avanzato, tutti quei processi telematici, che hanno lo scopo di contattare piu’ volte un determinato target, attraverso le offerte inserite in messaggi email, in pagine web e nei social media, quindi utilizzando un processo di vendita che si realizza esclusivamente in rete.

Naturalmente, se non sei una ditta individuale, ma fai parte di un gruppo aziendale consistente, che cura anche il canale di marketing off-line, con il telemarketing ed unitamente ad una forza di vendita, che agisca sul territorio, i suoi strumenti e strategie andranno ad affiancarsi ed a integrarsi con quelli del canale del marketing on-line.

I titoli dei capitoli e e delle lezioni del corso sono link che conducono alle lezioni stesse sotto forma di articoli del Blog

Indice del Corso Avanzato sul Follow-up Marketing On Line

Introduzione al corso

Corso Avanzato sul Follow-up Marketing On Line - Introduzione al corso

Capitolo I - E-mail Marketing & Follow-up Marketing On Line

Capitolo I - E-mail Marketing & Follow-up Marketing On Line. Prima lezione - I principi generali 

Capitolo I - E-mail Marketing & Follow-up Marketing On Line. Seconda Lezione - Che cos’e’ l’E-mail Marketing? 

Capitolo I - E-mail Marketing & Follow-up Marketing On Line. Terza lezione - Che cos’e’ il Broadcasting?

Capitolo I - E-mail Marketing & Follow-up Marketing On Line. Quarta lezione - Che cos’e’ un autoresponder?

Capitolo I - E-mail Marketing & Follow-up Marketing On Line. Quinta lezione - Che cosa e' un follow-up?

Capitolo I - E-mail Marketing & Follow-up Marketing On Line. Sesta lezione - Prodotti di front-end e di back-end

Capitolo I - E-mail Marketing & Follow-up Marketing On Line. Settima lezione - L’importanza dei clienti fidelizzati 

Capitolo I - E-mail Marketing & Follow-up Marketing On Line. Ottava lezione - I software autoresponder professionali 

Capitolo II - Il prodotto da vendere

Capitolo II - Il prodotto da vendere. Prima lezione - La ricerca di mercato

Capitolo II - Il prodotto da vendere. Seconda lezione - La ricerca su internet

Capitolo II - Il prodotto da vendere. Terza lezione - La redditività temporale di un mercato

Capitolo II - Il prodotto da vendere. Quarta lezione - La propensione alla spesa per un prodotto

Capitolo II - Il prodotto da vendere. Quinta lezione - Quello che il tuo mercato sta cercando in concreto

Capitolo II - Il prodotto da vendere. Sesta lezione - Gli info-prodotti

Capitolo II - Il prodotto da vendere. Settima lezione - Conclusioni sulla creazione di un prodotto

Capitolo III - Pianificare un sito web ed il suo target

Capitolo III - Pianificare un sito web ed il suo target. Prima lezione - Impostazioni generali per creare un sito web

Capitolo III - Pianificare un sito web ed il suo target. Terza lezione - Come trasformare un iscritto in un cliente

Capitolo III - Pianificare un sito web ed il suo target. Quarta lezione - L'importanza di un software autoresponder

Capitolo IV. Come creare la homepage del tuo sito

Capitolo IV. Come creare la homepage del tuo sito. Prima lezione - La landing page

Capitolo IV. Come creare la homepage del tuo sito. Seconda lezione - La squeeze page

Capitolo V - Obiettivi di una lista

Capitolo V - Obiettivi di una lista. Prima lezione - Il modulo di iscrizione

Capitolo V - Obiettivi di una lista. Seconda lezione - I meccanismi di iscrizione ad una lista

Capitolo V - Obiettivi di una lista. Terza lezione - Iscrizione attraverso modulo

Capitolo V - Obiettivi di una lista. Quarta lezione. Strategie per ottenere più iscrizioni

Capitolo V - Obiettivi di una lista. Quinta lezione - La scelta del singolo o del doppio opt-in

Capitolo V - Obiettivo di una lista. Sesta lezione - Altre funzioni inerenti al modulo di iscrizione

Capitolo V - Obiettivo di una lista. Settima lezione. Norme applicabili all’iscrizione con modulo

Capitolo V - Obiettivo di una lista. Ottava lezione - Norme in tema di iscrizione con modulo

Capitolo VI - Altre strategie per incrementare le liste di iscritti

Capitolo VI - Altre strategie per incrementare le liste di iscritti. Prima lezione - Ottenere traffico gratuito o a pagamento

Capitolo VI - Altre strategie per incrementare le liste di iscritti. Seconda lezione - Forum Marketing

Capitolo VI - Altre strategie per incrementare le liste di iscritti. Terza lezione - Collaborazione con webmaster

Capitolo VI - Altre strategie per incrementare le liste di iscritti. Quarta lezione - Gruppi di Yahoo

Capitolo VI - Altre strategie per incrementare le liste di iscritti. Quinta lezione - Article Marketing

Capitolo VI - Altre strategie per incrementare le liste di iscritti. Sesta lezione - Essere specifici nel target

Capitolo VII - Incrementare una lista con il traffico di visite

Capitolo VII - Incrementare una lista con il traffico di visite. Prima lezione - Ottimizzare un sito web in funzione dei motori di ricerca

Capitolo VII - Incrementare una lista con il traffico di visite. Seconda lezione - Search Engine Marketing e Google Adwords

Capitolo VII - Incrementare una lista con il traffico di visite. Terza lezione - Risultati organici o naturali e Search Engine Optimization

Capitolo VII - Incrementare una lista con il traffico di visite. Quarta lezione - Search Engine Marketing (SEM) e differenze ulteriori con il SEO

Capitolo VII - Incrementare una lista con il traffico di visite. Quinta lezione - Terminologia SEO

Capitolo VII - Incrementare una lista con il traffico di visite. Sesta lezione - SEO e Web Design

Capitolo VII - Incrementare una lista con il traffico di visite. Settima lezione - L'attività di SEO

Capitolo VII - Incrementare una lista con il traffico di visite. Ottava lezione - Selezionare le giuste chiavi di ricerca

Capitolo VII - Incrementare una lista con il traffico di visite. Nona lezione - I fattori che influenzano il SEO

Capitolo VII - Incrementare una lista con il traffico di visite. Decima lezione - L'importanza di avere dei backlink di qualità

Capitolo VII - Incrementare una lista con il traffico di visite. Undicesima lezione - 16 miti su fattori di SEO non più efficaci

Capitolo VII - Incrementare una lista con il traffico di visite. Dodicesima lezione - Strategia SEO globale nel 2021

Capitolo VII - Incrementare una lista con il traffico di visite. Tredicesima lezione - Conclusioni

Capitolo VIII - Struttura di un messaggio e-mail

Capitolo VIII - Struttura di un messaggio e-mail. Prima lezione - Elementi fondamentali di un messaggio in generale

Capitolo VIII - Struttura di un messaggio e-mail. Seconda lezione - I campi mittente e destinatario di un messaggio

Capitolo VIII - Struttura di un messaggio e-mail. Terza lezione - La ricevuta di ritorno

Capitolo VIII - Struttura di un messaggio e-mail. Quarta lezione - I ritorni a capo

Capitolo VIII - Struttura di un messaggio e-mail. Quinta lezione - La separazione tra i paragrafi

Capitolo VIII - Struttura di un messaggio e-mail. Sesta lezione - Formattazione del testo

Capitolo VIII - Struttura di un messaggio e-mail. Settima lezione - Inserimento di immagini

Capitolo VIII - Struttura di un messaggio e-mail. Ottava lezione - Intestazione e pie’ di pagina

Capitolo VIII - Struttura di un messaggio e-mail. Nona lezione - I messaggi nei programmi dotati di pannello di anteprima

Capitolo VIII - Struttura di un messaggio e-mail. Decima lezione - I fogli di stile

Capitolo VIII - Struttura di un messaggio e-mail. Undicesima lezione - Utilizzo dell’apostrofo invece dell’accento

Capitolo VIII - Struttura di un messaggio e-mail. Dodicesima lezione - Inserisci https:// davanti ai link

Capitolo VIII - Struttura di un messaggio e-mail. Tredicesima lezione - Inserisci uno spazio vuoto alla fine di un link

Capitolo VIII - Struttura di un messaggio e-mail. Quattordicesima lezione - Quando attivare le priorita’

Capitolo VIII - Struttura di un messaggio e-mail. Quindicesima lezione - La realizzazione della firma

Capitolo VIII - Struttura di un messaggio e-mail. Sedicesima lezione - Gli allegati

Capitolo IX - Contenuti di un messaggio e-mail

Capitolo IX - Contenuti di un messaggio e-mail. Prima lezione - Come costruire la tua credibilita’ quale esperto del settore

Capitolo IX - Contenuti di un messaggio e-mail. Seconda lezione - Come acquisire la fiducia dei visitatori

Capitolo IX - Contenuti di un messaggio e-mail. Terza lezione - La creazione dell’oggetto

Capitolo IX - Contenuti di un messaggio e-mail. Quarta lezione - Il sommario dei contenuti del messaggio

Capitolo IX - Contenuti di un messaggio e-mail. Quinta lezione - La tua linea editoriale

Capitolo IX - Contenuti di un messaggio e-mail. Sesta lezione - Come e dove inserire la pubblicita’

Capitolo IX - Contenuti di un messaggio e-mail. Settima lezione - Come rendere virali i messaggi del tuo corso

Capitolo IX - Contenuti di un messaggio e-mail. Ottava lezione - Lo stile di un messaggio e il copywriting

Capitolo X - Struttura e contenuti di un messaggio e-mail

Capitolo X - Struttura e contenuti di un messaggio e-mail. Prima lezione - Errori inerenti alla struttura ed ai contenuti

Capitolo X - Struttura e contenuti di un messaggio e-mail. Seconda lezione - Un esempio di messaggio corretto

Capitolo XI - Follow-up e investimento in messaggi pubblicitari

Capitolo XI - Follow-up e investimento in messaggi pubblicitari. Prima lezione - Investimento in messaggi pubblicitari

Capitolo XI - Follow-up e investimento in messaggi pubblicitari. Seconda lezione - Inserimento nei messaggi del solo url del sito

Capitolo XI: Follow-up e investimento in messaggi pubblicitari. Terza lezione - Se nei tuoi annunci inserisci anche l’indirizzo dell’autoresponder 

Capitolo XII - Follow-up e assistenza

Capitolo XII - Follow-up e assistenza. Prima lezione – Automazione dell’assistenza

Capitolo XII - Follow-up e assistenza. Seconda lezione - Assistenza e Frequently Asked Questions

Capitolo XIII - Follow-up e Affiliation Marketing

Capitolo XIII - Follow-up e Affiliation Marketing. Prima lezione - Vendita di prodotti di terzi

Capitolo XIII - Follow-up e Affiliation Marketing. Seconda lezione - Verifica di un accordo di affiliazione proficuo

Capitolo XIII - Follow-up e Affiliation Marketing. Terza lezione - Come comunicare le tue promozioni di prodotti altrui

Capitolo XIII - Follow-up e Affiliation Marketing. Quarta lezione - Creare liste di prodotti altrui

Capitolo XIII - Follow-up e Affiliation Marketing. Quinta lezione - Come indirizzare i visitatori sui siti dell’affiliante

Capitolo XIV – Follow-up per altre strategie

Capitolo XIV – Follow-up per altre strategie. Prima lezione - Offerte di back-end

Capitolo XIV – Follow-up per altre strategie. Seconda lezione - Article Marketing

Capitolo XIV – Follow-up per altre strategie. Terza lezione - Fai conoscere i prezzi dei tuoi prodotti senza divulgarli sul web

Capitolo XIV – Follow-up per altre strategie. Quarta lezione - Fornire istruzioni per l’uso

Capitolo XIV – Follow-up per altre strategie. Quinta lezione - Feedback e testimonial

 

PAGINA IN COSTRUZIONE

Sommario

Prima parte: perché avere un blog - capitoli I - IV

Seconda parte: idee e contenuti di un blog – capitoli V-XVII

Terza parte: promuovere un blog sui social media capitoli XVIII-XXII

Quarta parte: strumenti e risultati di un blog – capitoli XXIV -XXXI

 

Prima parte: perché avere un blog - capitoli I - IV

Capitolo I — Introduzione al corso

1. Premessa

2. Headline

3. Focus sull'interesse del target

4. Creare un blog che venda

5. Design, leggibilità e fruibilità dei testi

6. Struttura generale dei file di un blog per la vendita

7. Contenuti strategici del manuale

8. Onestà

9. Etica

10. Semplicità della tua scrittura

11. Creazione e contenuti degli articoli

12. Creare curiosità
 
13. Qualità

14. Target e formalismo nel comunicare

15. Netiquette e policy di un blog

16. Il principio di reciprocità e la tua professionalità

Capitolo II - Scopri la tua passione

1. Premessa: cosa é un blog

2. Il segreto di un blog di successo: la tua passione

3. Alcune domande che puoi fare a te stesso

4. Cosa sei capace di fare?

5. Cosa ti attira?

6. Cosa leggi più spesso?

7. Quale é il sogno che tieni chiuso nel cassetto?

8. Apprendi, chiedi e prendi nota

9. Prova, sperimenta

10. Elenca le tue 3 o 4 prove o esperimenti più significativi

11. Non pensare alla paura di non riuscire

12. Trova il tempo per agire

13. Come crearsi una vita di agiatezza nel trovare il tuo lavoro/gioco

Capitolo III - 7 ragioni per non impegnarsi con un blog

1. Premessa: il blogging é impegnativo
 
2. É impossibile essere perfetti

3. Le mie idee non sono originali

4. La gente appassionata può sembrare un po' pazza, un po' strana

5.  Le  mie  relazioni  personali  sono  troppo  importanti,  mentre  il  blogging richiede impegno e tempo!

6. Non sono un genio

7. Non sono uno scrittore

Capitolo IV - 12 passi essenziali per partire con un blog

1. Dopo avere trovato la tua passione

2. Come sono partito con un blog

3. Acquista il tuo nome dominio e lo spazio su un server Linux-Unix

4. Scegli un tema per WordPress.org

5. Se non sei molto appassionato di grafica

6. Scegli lo strumento di comunicazione più adatto alla tua personalità

7. Fornisci agli utenti i pulsanti, inserendoli nelle tue pagine e articoli, per condividere i tuoi contenuti sui social media

8. Dai la possibilità di iscriversi ai tuoi RSS feed e alla tua newsletter con dei pulsanti

9.  Inserisci  dei  pulsanti  per  dare  modo  ai  tuoi  lettori  di  iscriversi  e  di connettersi ai social media che tu utilizzi

10. Pubblica i tuoi articoli con regolarità sul tuo blog

11. Mostra dei risultati che siano credibili per incrementare la tua audience
 
12. Il pulsante chi sono

13. Scrivi degli ottimi titoli raccontando una tua storia interessante

14. I commenti e i social media

Seconda parte: idee e contenuti di un blog

Capitolo V - Idee per creare un blog

Capitolo VI - Dall'idea al contenuto

Capitolo VII - Usare la mappa mentale per idee e contenuti

Capitolo VIII - Tipi di articoli

Capitolo IX - Il contenuto di un articolo in tre passi

Capitolo X - Il titolo di un articolo

Capitolo XI - Iniziare un articolo

Capitolo XII - Il corpo dell'articolo

Capitolo XIII - La chiusura dell'articolo

Capitolo XIV - La chiusura dell'articolo ed i commenti

Capitolo XV - Formattare un articolo

Capitolo XVI - 11 Strumenti essenziali per creare    un blog con WordPress.org

Capitolo XVII - Migliorare il design


Terza parte: promuovere un blog sui social media

Capitolo XVIII - 4 passi essenziali per promuovere un blog

Capitolo IXX - 10 passi per promuovere un blog sui social media
 
Capitolo XX - Strategie per promuovere un blog sui social media
 
Capitolo XXI - Promuovere un blog su Twitter

Capitolo XXII - Promuovere un blog su Facebook

Capitolo XXIII - Promuovere un blog con la condivisione sui social media


Quarta parte: strumenti e risultati di un blog

Capitolo XXIV - Usare i programmi di statistica
 
Capitolo XXV - Guadagnare con un blog
 
Capitolo XXVI - Guadagnare con un articolo

Capitolo XXVII - Strumenti di scrittura Persuasiva
 
Capitolo XXVIII - Come costruire la fiducia on-line
 
Capitolo IXXX - Il blog personale (case study)
 
Capitolo XXX - Il blog di Jeff Bullas

Capitolo XXXI - Il blog per un business

 
Prima parte: perché avere un blog - capitoli I - IV         

Capitolo I. Introduzione al corso

Sommario

1. Premessa

2. Headline

3. Focus sull'interesse del target

4. Creare un blog che venda

5. Design, leggibilità e fruibilità dei testi

6. Struttura generale dei file di un blog per la vendita

7. Contenuti strategici del manuale

8. Onestà

9. Etica

10. Semplicità della tua scrittura

11. Creazione e contenuti degli articoli

12. Creare curiosità

13. Qualità

14. Target e formalismo nel comunicare

15. Netiquette e policy di un blog

16. Il principio di reciprocità e la tua professionalità
 

Prima parte: perché avere un blog - capitoli I - IV                                                                                                                                                                   

1. Premessa

Ciao!

Ho deciso di scrivere il presente e-book perché avevo bisogno dí creare una guida di riferimento con un percorso che fosse lineare per aiutarti a costruire un blog utile e proficuo.

Anche perché io ho dovuto faticare parecchio per riuscire a capire come muovermi e tutto quello che troverai é semplicemente il frutto di tanti sforzi.

Onde con questo e-book prenderai una strada già spianata ed in discesa verso la creazione di un blog integrato dai social media e dall'e-mail marketing.

A quest'ultimo proposito dovrai integrare le lezioni del presente e-book con quelle relativo al Corso Avanzato sul Follow-up Marketing On Line, dato che alcuni capitoli di quest'ultimo rappresentano dei passi necessari per poter creare il tuo prodotto da far conoscere e poi sviluppare nel tuo blog, e per applicare tantissime strategie che ho spiegato in quel corso, e che ho ritenuto di non dover ripeterle per non appesantire questo corso

In questo corso troverai anche delle strategie efficaci di scrittura persuasiva che possono essere adottate da un qualsiasi blog.

Apprenderai gratuitamente ogni trucco segreto utile per monetizzare il tuo blog.

Ho voluto condividere qui ogni strategia vincente che é stata applicata nel blog marketing dai più famosi blogger a livello mondiale, di cui troverai i loro case study, dove apprenderai ciò che hanno utilizzato in concreto per raggiungere il successo.

Con il presente corso potrai ottenere valanghe di lettori, uno tsunami di passaparola, iscrizioni a iosa, commenti a non finire, più credibilità sul tuo blog, più vendite e potrai automatizzare il decollo dei tuoi profitti.

A breve prenderemo in esame diverse strategie per migliorare il tuo blog.

Questo e-book é costituito da 33 capitoli con paragrafi in cui apprenderai a come scrivere articoli per il tuo sul blog, trovare idee per i tuoi contenuti e
mettere in pratica le strategie per convincere il tuo target audience a ritornare sul tuo blog per leggere le novità.

2. Headline

In questo e-book apprenderai come ottimizzare le tue headline per trattenere i lettori sul tuo articolo.

                                                                                                                          
Infatti scrivere buone headline per il tuo blog è essenziale per intrattenere i visitatori e tenerli incollati al tuo articolo e a leggere di più sul tuo blog.

Sicuramente scrivere degli articoli può diventare anche un lavoro inutile se poi i contenuti del tuo articolo sono fuori tema in rapporto al titolo che gli hai dato.

3. Focus: interesse del target

La maggior parte degli operatori lavora duramente per pubblicare sempre nuovi contenuti, senza però rendersi conto di non riscuotere l'interesse del loro target audience, e in tal modo sono destinati a chiudere definitivamente per mancanza di entrate, che poi é questo il principale scopo dell'avere un blog.

Ma questo accade semplicemente perché quei blogger sono talmente entusiasti ed orgogliosi di quello che scrivono da perdere la cognizione di quello che é invece l'essenziale: dare aiuto e risolvere i problemi degli utenti.

Perciò non si accorgono che quasi tutto quello che pubblicano non cattura l'interesse del loro target audience.

Certo che in precedenza avevano persino ottimizzato titolo e contenuto dell'articolo con le giuste chiavi, in funzione dei motori di ricerca, dopo avere compiuto analisi di mercato ed anche sondaggi di opinione.

Se ricevi pochissimi commenti e poche iscrizioni, il tuo blog può portare poco o nulla, e perciò dovrai rivedere completamente le tue strategie e magari incominciare a dare una lettura al presente manuale.

La soluzione c'è per evitare di sprofondare anche tu in queste sabbie mobili, ricevendo quasi nessun commento, pochissime iscrizioni ed entrate nulle.

Devi solo dare attuazione alle strategie contenute in questo e-book e che ti aiuteranno a rendere i tuoi lettori più attivi, allo scopo di farli interagire con il tuo blog.

4. Creare un blog che venda

Lo scopo di un qualsiasi lavoro, oltre alla soddisfazione personale, dovrebbe essere anche quello di guadagnare.
                                                                                                                                                                       
Perciò anche la creazione di un blog deve darti l'opportunità di un'entrata.

Se non monetizzi un blog, questo può diventare un'esperienza inutile, tediosa e persino antieconomica e/o dannosa per la tua immagine.

Vedrai più avanti, nel capitolo 31, un case study, in cui un'azienda americana molto conosciuta nel settore dell'internet marketing, Hubspot.com, che si è sempre impegnata nell'offrire gratuitamente molti dei suoi contenuti con il suo blog, afferma testualmente che conviene dare gratuitamente i propri contenuti finché non senti male...

Certo è che nessun blog può davvero avere successo, o al limite sopravvivere, se non viene adeguatamente monetizzato.

Il primo step per rendere proficuo il tuo blog é quello di ottenere i commenti dei visitatori e questo risultato potrai ottenerlo se ottimizzerai i tuoi contenuti ín funzione dei tuoi visitatori e di quello che stanno attualmente cercando, e quindi dei motori di ricerca e dei social media.

Dunque se ricevi molti commenti questo è il primo segnale di un ottimo lavoro svolto con i contenuti dei tuoi articoli e perciò con i tuoi visitatori.

Ciò vuol dire che il pubblico è attento a quello che fai e che offri.

Hai conquistato la fiducia dei tuoi utenti, i quali saranno ben disposti ad acquistare qualcosa da te perché ti ritengono un'autorità nel tuo settore.

Ma questo é solo il primo step della serie perché quello successivo é rappresentato da come organizzerai la struttura del tuo blog in funzione della vendita.

Vedremo come fare questo nei capitoli 27-28.

Quindi non limitare il tuo impegno solo nella creazione di articoli strepitosi, perché  se  non  organizzi  anche le  strategie  di  monetizzazione  sarà  molto difficile, se non impossibile, che tu riesca a guadagnare un solo eurocent.

Potresti  creare  anche  un  articolo  talmente  virale  da  essere  riempito  di commenti del tuo target audience, cioè della tua nicchia potenziale di mercato, a cui stai regalando quintali di utili materiali, e nonostante questo potresti ancora non ricavarci nulla.
                                                                                                                   
Senza una strategia di monetizzazione non avrai alcun profitto e senza profitti non ci sarà alcuna ragione per mantenere attivo un blog.

Non importa la qualità del traffico che stai ricevendo, quanto sia interessante il contenuto dei tuoi articoli o quanti commenti ricevano, non avrai altri risultati dal tuo blog.

Un blog senza entrate è inevitabilmente destinato ad essere chiuso.

5. Design, leggibilità e fruibilità dei testi

Un particolare aspetto che merita di essere valutato con molta attenzione è quello della grafica che il tuo blog deve presentare.

Anche il design gioca un ruolo molto importante nelle strategie di monetizzazione.

E infatti i risultati economici ottenuti da un blog sono anche dovuti ad una buona grafica, che deve essere pulita, semplice, attraente e coerente con il tema della tua nicchia di mercato o il tuo settore di appartenenza.

Se si sbaglia nella progettazione grafica di un blog, prima o poi il risultato sarà lo sfacelo più totale, a prescindere dalla validità dei tuoi contenuti e dalla quantità o qualità dei commenti o dal come avrai strutturato la vendita.

Quindi se il design da' una cattiva impressione, i visitatori vecchi e nuovi se ne andranno dal tuo blog senza più ritornare.

Anche in questo caso sarai costretto a chiudere il tuo blog per mancanza di entrate.

In questo e-book troverai le strategie per escludere  queste nefaste conseguenze.

Le stesse considerazioni valgono anche in merito alla leggibilità (formattazione degli  articoli)  ed  alla  fruibilità  dei  testi,  nel  senso  di  facilità  di  accesso attraverso i menù di ricerca del tuo blog.

Anche sotto questo profilo il presente manuale risponderà prontamente a tutte le domande che potrebbero essere formulate.
 
6. Struttura generale dei file di un blog

Se utilizzi WordPress.com o Blogger oppure WordPress.org, hai la possibilità di strutturare i file e le cartelle del tuo blog in modi differenti.

Puoi semplicemente utilizzare WordPress.org per creare sia pagine che articoli, scegliendo come cartella principale del tuo blog quella in cui andrai ad inserire con l'upload, fatto mediante programma ftp, tutti i file del tuo blog.

Tutte le pagine e post che inserirai nel tuo blog, qualsiasi sia la piattaforma utilizzata, WordPress.org, Wordpress.com o Blogger, se contengono formattazione  html  complessa,  dovrai  formattarli  anticipatamente  con  un editore html e poi farai copia-incolla nella pagina di codice del blog, altrimenti se si tratta di testi con fotografie, potrai scrivere direttamente nell'interfaccia simile a word.

Tuttavia nel caso di piattaforme come WordPress.com e Blogger, non potrai utilizzare nessun programma di ftp e potrai fare l'upload dei file necessari direttamente dall'interfaccia, ma non potrai organizzare nessuna vendita, perché impossibile e nemmeno accedere a nessuna cartella, perché non hai diritti di accesso al server che contiene il software di WordPress.com e Blogger.

Limitatamente a WordPress.com potrai fare l’upload di file e organizzare il tuo e-commerce solo dopo aver proceduto ad un aggiornamento a pagamento, ma finchè rimani nella piattaforma gratuita non potrai assolutamente fare e- commerce, uplodare né tanto meno fare pubblicità come affiliato a prodotti di terzi, mentre potrai fare pubblicità a tuoi prodotti, con grafica da te creata, salvo vendere con un e-commerce a parte.

Quindi inizia pure con delle piattaforme gratuite per farti conoscere, magari collegandole con i social media.

Questo va bene in linea di principio in partenza, perché non hai ancora un target audience che segua i tuoi articoli e perciò é ancora molto presto per strutturare anche delle pagine di vendita.

Se invece sai come utilizzare WordPress.org ed hai intenzione di creare delle pagine specifiche di vendita, che richiedano formattazioni speciali, tabelle e colori, allora la strada da prendere é quella di continuare il blog con questa piattaforma.
                                                                                                                                               _
In questo caso la struttura della directory, con la cartella che contiene i file di WordPress.org, e l'url con il tuo nome dominio, potranno assumere le seguenti forme:

1) http://blog.tuosito.com ove blog è una subdirectory creata all'interno del tuo sito web.

2) http://tuosito.com/blog ove blog è sempre la subdirectory, creata all'interno del tuo sito web, il cui url evidenzia direttamente il percorso logico.

3) http://www.tuonomedominio.com, ed in questo caso i file principali andranno a posizionarsi nella directory radice del tuo blog creato.

Vedremo nel case study di Hubspot.com, come la seconda sia la forma scelta dall'azienda.

Se installi WordPress.org sul tuo server potrai nondimeno creare sia pagine che articoli utilizzando lo stesso tema creato a parte appositamente per Wordpress.org.

Con WordPress.com avrai anche qui una buona serie di temi disponibili sia gratuiti che a pagamento.

Solo con WordPress.org potrai benissimo installare dei plugin specifici per organizzare la tua vendita di e-commerce.

Se invece utilizzi WordPress.com potrai inserire delle pagine strutturate per la vendita solo pagando una certa somma per fare l'upgrade del tuo account creato con tale piattaforma.

Ovviamente è una scelta che non consiglio a causa delle rigidità di interfaccia a cui saresti sottoposto, la migliore scelta essendo quella di installare WordPress.org su di un proprio server.

7. Contenuti strategici del manuale

L'e-book contiene anche delle efficaci strategie di scrittura persuasiva. 

Inoltre parleremo di professionalità, onestà ed etica.
                                                                                                                              
Professionalità, onestà ed etica sono tre requisiti talmente inscindibili dall'attività di gestione di un blog, che la loro mancanza porta inevitabilmente alla sua chiusura, al suo fallimento.

Quanto alla redazione dei contenuti di un blog, questo e-book è composto da alcuni capitoli, dove imparerai a scrivere sul blog, trovando idee per i tuoi contenuti e mettendo in pratica le strategie per convincere i tuoi utenti ad essere lettori fedeli.

Alcuni  capitoli  saranno  interamente  dedicati  alla  scrittura  online,  a  come trovare le giuste idee e a pubblicarle in maniera professionale sul tuo blog.

Altri capitoli successivi, sono mirati a farti comprendere la struttura di un post, con le varie strategie che puoi adottare all'inizio del post, nel corpo del testo ed al suo termine.

Questi capitoli sono decisamente importanti perché insegnano prima di tutto a creare l’empatia con il lettore, a fidelizzarlo facendosi seguire con la massima attenzione fino a portarlo verso un tuo obiettivo.

Nel capitolo n. 17, troverai invece una parte dedicata alle strategie avanzate di scrittura persuasiva per blog.

Apprenderai i "trucchi" del mestiere per diventare un eccellente e convincente blogger.

Ti svelerò i segreti della scrittura persuasiva con esempi pratici, consigli, casi di studio e casi di successo.

Durante la lettura di questo e-book ti consiglio di prendere qualche appunto per avere sempre a portata di mano i concetti, senza dovere sempre accedere al presente manuale.

Ricorda comunque che puoi pure leggere centinaia di e-book, ma se non metterai in pratica le strategie che sono ivi descritte quei libri non serviranno praticamente a nulla ed avrai buttato i tuoi soldi!

Dopo l'apprendimento di questi contenuti, prima di diventare esperto di tutti gli argomenti di cui abbiamo parlato dovrai fare una lunga esperienza pratica, ed il tuo successo dipenderà solo dal tuo impegno.

8. Onestà

Questo è un punto fondamentale, cerca di essere sempre onesto nei confronti dei tuoi utenti!

Non trovare la maniera di evitare brutte situazioni celando i fatti, o ancora peggio, mentendo.

Presto o tardi la verità' verrà a galla e ti posso assicurare che su internet ciò avviene più velocemente di quanto tu possa immaginare.

Ma poi non è mai bello trovarsi a perdere i visitatori acquisiti con tanta fatica a causa di un equivoco o problema.

E se a volte ciò potrebbe accadere per un banale malinteso, figuriamoci se non possa accadere per una tua mancanza così grave come il mentire o l'essere poco trasparenti.

9. Etica

Anche l'etica è fondamentale.

Molti blog propongono prodotti che non hanno mai nemmeno provato, e non sanno nemmeno se funzionano effettivamente.

Inoltre promuovono dei sistemi per guadagnare, che a loro non hanno mai reso ii becco di un quattrino.

Essenzialmente comportarsi con etica vuoi dire che tu devi conoscere alla perfezione i prodotti che stai proponendo, dimostrando in prima persona di esserne soddisfatto come utilizzatore e di aver realizzato dei risultati concreti.

Se, pur promuovendoli, non ne sei soddisfatto, ciò trasparirà senza equivoci da quello che scrivi, quello che dici di persona anche nei tuoi video, tradendo te stesso ed i tuoi utenti.

Le persone non sono stupide e se non ti comporti con etica, molto presto si accorgeranno che non sei coerente con quello che affermi.
 
Questo é un aspetto che può sembrare banale, ma ti assicuro che non lo é assolutamente.

E’ molto meglio parlare di un solo argomento che si conosca realmente. 

Ma bisogna intendersi bene su cosa sia in effetti questa etica.

Alcuni dicono che se fai promozione a pagamento di un e-book, ove descrivi delle tecniche per incrementare i profitti potenziali di un blog, ciò debba a tutti i costi rappresentare totalmente la tua esperienza, che ti ha portato a creare un qualcosa che fa guadagnare, perché ha fatto guadagnare te in primo luogo, altrimenti non sei credibile.

Questa è una verità incontrastabile.

Ma a ben vedere ci possono essere altri sistemi per promuoversi, oltre alla vendita.

Uno può promuovere innanzitutto la sua immagine, il suo brand, la sua competenza nello scrivere ed attingere a fonti, difficilmente organizzabili da chi ha solo bisogno di fresche ed utili informazioni, come molti utenti di internet.

Non hai bisogno di vendere tali informazioni a tutti i costi, anche perché ci sono molti modi per monetizzare il proprio blog e tra questi c’e’ la possibilità di vendere lo spazio a chi vuole inserire degli annunci pubblicitari, proprio come il programma Google Adwards.

Il trucco sta solo nel fidelizzare un buon numero di utenti e lettori, essere ai vertici dei motori di ricerca ed essere visitato.

Posso solo dire che personalmente con le chiavi di ricerca follow-up marketing, follow-up marketing on-line e follow-up marketing on line ho avuto un bacino di utenza di circa un centinaio di visitatori al giorno, che mi ha portato ad essere in prima pagina su Google, con diverse posizioni, a volte anche le prime 19 su circa 450.000.000 di pagine web, ma il mio sito/blog era aperto solo dall’estate del 2015, da agosto, poi ho cambiato oggetto di vendita.

Allora qual'é la differenza rispetto al tema del necessità della dimostrazione del guadagno personale prima di vendere?

Primo: il mio manuale é gratuito!

Secondo: tutto quello che ho scritto nel manuale in parte é quello che ho visto fare da altri, in parte é anche esperienza personale.

Tutto questo mi ha consentito di creare questo e-book, con il quale valuterai varie metodologie e potrai verificare direttamente come esse rappresentino lo stato dell'arte, pienamente applicato da grandi aziende, che hanno fatto del blog il loro più grande media di promozione su internet, con risultati tangibili in termini di visite, condivisioni di articoli sui social media, vendite e tanto altro.

Potrai infatti analizzare tutti i case history, che sono stati inseriti nel presente manuale e che dimostrano senza ombra di dubbio che, grazie a molte delle strategie qui descritte, quelle aziende hanno raggiunto il successo.

Con  questo  e-book  potrai  approfondire  determinate  tematiche,  magari cercando ulteriori sviluppi su internet e nell'insieme potrà darti una visione globale di come funziona un blog.

10. Semplicità del tuo copywrite

Un altro punto molto importante é che devi esporre quello che scrivi in parole molto semplici.

Si dice spesso che dovresti spiegarti come se stessi parlando ad un bimbo di 6 anni.

Ovviamente non voglio essere offensivo nei confronti di nessuno, ma a volte mi sembra di parlare con gente che non ha mai acceso un PC in vita sua.

Altre volte invece non si tratta nemmeno di un'impressione, è la pura realtà.

Quindi non tutti sono esperti di internet, o utilizzano magari il computer per più di 10 ore al giorno come te.
 
11. Cenni sulla creazione di articoli, sul tuo pubblico e sui social media

Se hai intenzione di creare un blog oppure se già l'hai creato, in ogni caso dovrai affrontare i seguenti problemi:

a - come fare a partire con l'inserimento di contenuti;

b - quale sarà l'oggetto dei tuoi articoli;

c - come attirare sempre più nuovi fruitori dei tuoi articoli.

Potresti benissimo cadere nel tranello di pensare che il tuo successo sia direttamente collegato al fatto di scrivere degli articoli, quando invece la maggiore difficoltà consiste nel fare in modo che le persone scoprano il tuo blog e lo vogliano condividere con i loro amici, con i loro parenti e colleghi di lavoro.

Questo libro ti mostrerà come creare, costruire e promuovere un blog che rappresenti la tua immagine ed il tuo brand, non come una presenza on-line trascurabile, bensì come una pietra miliare nel tuo specifico settore di attività.

La creazione di un brand personale o di business commerciale sta diventando un'esigenza sempre più sentita nel sempre crescente mondo digitale, sia che tu stia partendo con un business, o scrivendo un libro elettronico, disegnando la grafica di  un  sito  web, registrando  un  album musicale  o immettendo  sul mercato la realizzazione di una qualsiasi tua nuova idea, che sia destinata a migliorare la vita delle persone o a risolvere qualche urgente problema.

Nel momento in cui avrai creato il tuo blog, potrai osservare come i concetti qui descritti possano essere applicati ad un grandissimo ambito di attività economiche e non, a blog personali o creati per un business, e nel corso dello sviluppo  del  tuo  blog  scoprirai  sempre  nuove  opportunità  che  ti sorprenderanno e ti entusiasmeranno.

In particolare con questo corso imparerai anche:

• a ricercare le tue passioni per individuare il tema del tuo blog ed in seguito trovare il tuo target di lettori;

• a fare in modo che sia il tuo target a cercarti e trovarti;
 
• come scrivere e sviluppare contenuti attraenti e interessanti per il tuo target;

• come trovare ed utilizzare la tecnologia più appropriata per costruire un blog senza problemi;

• tecniche differenti per scrivere titoli che colpiscano il lettore;

• i segreti su come utilizzare i social media per diffondere i tuoi contenuti;

• come ottimizzare il tuo blog per essere facilmente trovato su Google e altri motori di ricerca;

• perché sia necessario creare un buona base di follower di Twitter;

• le  migliori  strategie  per  promuovere  il  tuo  blog  ed  il  tuo  business  su Facebook, Twitter, Linkedln, YouTube, SlideShare, etc.

• gli elementi essenziali per creare un brand personale che incrementi le tue entrate e cambi radicalmente la tua vita;

• come diventare un esperto ed un leader del tuo settore.

Puoi stare certo che con questo e-book potrai creare un blog di successo per supportare le tue attività se:

•  sei  un  imprenditore,  un  autore,  un  musicista,  titolare  di  un'impresa, manager, disegnatore, programmatore o un web marketer che stia cercando di affermarsi con un'idea vincente;

•  vorrai  promuovere  la  tua  immagine  sulle  pagine  gialle  o  sulle  riviste commerciali;

•  non  hai  ancora  esperienza  per  utilizzare le  piattaforme  digitali  come il blogging ed i social media, ma hai voglia di apprendere cose nuove;

• ti é stato detto che hai bisogno di utilizzare tali piattaforme per creare, lanciare e diffondere il tuo brand nel mondo;

• stai incominciando a capire che i vecchi schemi di marketing non funzionano più come prima.

12. Creare un blog interessante


Attenzione: un blog è interessante quando suscita curiosità e perciò é destinato a vivere mentre uno noioso é destinato ad avere una vita molto breve.

Quindi in primo luogo cerca di parlare di argomenti interessanti con contenuti strepitosi in linea con il tuo target audience.

Ma poi perché i tuoi lettori dovrebbero ritornare a leggere i tuoi post?

Ecco sul punto una prima semplicissima strategia.

Cioé lascia il tuo articolo incompleto per creare maggiore curiosità.

É fondamentale lasciar indovinare i visitatori riguardo a quello che vorrai dire a breve per completare il tuo articolo in via definitiva.

Essi saranno talmente incuriositi che vorranno ritornare a leggere la parte mancante del tuo articolo, ed in tal modo potrebbero aprire altri post del tuo blog.

Quindi é possibile incuriosire, lasciando in sospeso i tuoi lettori e rimandando la conclusione dell'articolo, costringendo i lettori a rimanere in attesa dell'argomento mancante, che riprenderai magari nei prossimi giorni, anche senza dare una scadenza ben precisa.

Dunque inizia a scrivere un articolo e magari continualo il giorno dopo, per fare in modo che i tuoi lettori ritornino a leggerti.

Oppure é possibile lasciarli in attesa di un argomento che riprenderai nei prossimi giorni, ma non sai dire quando, generando tensione e curiosità nei tuoi lettori per un periodo di tempo maggiore.

Questo é l'effetto Zeigarnik, di cui ha ampiamente trattato Mark Joyner nel suo breve e-book "The Confidential Internet Intelligente Manuscript", e che considero sia essenziale nelle strategie di fidelizzazione di un blog.

Ad esempio, questo effetto viene sfruttato per mantenere vivo l'interesse dei telespettatori di una telenovela, quando l'evento atteso con bramosia sul finire della puntata, viene inaspettatamente rimandato alla puntata successiva.
 
Corollario di questa strategia è la creazione di pathos, provata dall'utente alla fine della puntata precedente, ricordandola nell'introduzione della successiva, proprio con il fine di ridare slancio all'attenzione del telespettatore, venuta meno nell’attesa della nuova puntata e provocare ulteriore curiosità nella visione di quest’ultima.

Entrambi  questi  trucchi vengono  utilizzati  anche negli  articoli  connessi  ed anche  nei  messaggi  e-mail  dei follow-up che contengano, ad esempio, le lezioni di un corso.

Con tale strategia, senza dover nemmeno essere specifici sul "quando", é possibile costruire delle frasi ad effetto nella parte finale del tuo articolo, oppure nel tuo commento, del tipo "...E questo non è nulla, fra un po' vedrai cosa bolle in pentola..." oppure "Se solo tu potessi immaginare quello che vorrei dirti adesso ..." ovvero "Ho un'idea che ti piacerà di sicuro, cerca di rimanere sintonizzato.„", etc.

Perciò cerca di rendere i temi del tuo blog interessanti e curiosi, nonché prendi delle iniziative stupefacenti di lancio, fai in modo che il tuo blog sia un qualcosa di diverso, prova a fare cose che nessun'altro ha mai fatto o forse farà mai, e comunque prova ad inventare qualcosa al di fuori dal comune.

13. Qualità

Solo se i contenuti offerti sono di qualità, potrai raggiungere il successo, altrimenti rimarrai incapsulato nell'oblio dei blog sconosciuti ed inutili.

Un blog deve fornire utilità e qualità agli utenti, solo in questo modo sarà apprezzato e particolarmente consigliato.

Un modo per fornire qualità ai tuoi lettori é quello di proporre un argomento di nicchia.

Perciò scegli con attenzione il tema il tuo blog, e ricorda che più é di nicchia e più il tuo valore sarà percepito in termini di competenza e potrai dimostrare la tua perizia ed esperienza in determinate materie (quindi non in tutte quelle) che appartengano al tuo settore.
 
In questo modo e avrai più possibilità di creare quel valore aggiunto che ti permetterà persino di far percepire il tuo blog come di alto profilo, ottenendo anche maggiori risultati economici.

Trattare troppi argomenti non é una strategia efficace, a meno che tu non riesca a pubblicare molti messaggi al giorno, oppure tu abbia una struttura che possa utilizzare una moltitudine di autori, purché ciascuno di essi sia specializzato in un settore specifico che comunque rientri nel tema generale del blog.

Quindi gli argomenti del tuo blog, come anche le iniziative che lancerai, dovranno essere interessanti e destare curiosità.

Prendi sempre l'iniziativa e proponi novità uniche, sicuramente le persone saranno felici di seguirti con costanza.

Internet ha comportato un cambiamento radicale nel modo con cui si accede alle informazioni e questo grazie alla rapidità con cui é possibile diffondere i propri contenuti attraverso la loro condivisione con migliaia di altri utenti in tutto il mondo.

Ma la condivisione avviene solo se il contenuto offerto è di qualità, altrimenti i tuoi contenuti, non essendo condivisi, non ti faranno mai raggiungere alcun successo.

14. Il tuo target ed il formalismo

Per chi scrivi, a chi é diretto il tuo blog?

Non so se hai fatto caso al fatto che ti sto parlando direttamente dandoti del tu?

Devi usare un linguaggio appropriato per il tuo pubblico.

Usa un linguaggio che sia adeguato al tuo target audience, quello con cui ti relazioni!

Certo questo può anche sembrare ovvio, ma ti assicuro che non é sempre fatto nel modo giusto.
 
Ad esempio, non puoi utilizzare il linguaggio destinato per un blog sugli utensili meccanici anche in un blog che tratti di alta moda.

E se tratti di alta moda, dovrai parlare dando emozioni diverse a seconda che il target sia l'uomo, la donna o il bambino.

Dare del lei o, ancora peggio del voi, di norma in un blog, non é una cosa positiva o gradita, perché il lettore si sente trattato con distacco.

Ti devi rivolgere al tuo lettore, devi fartelo amico, devi fare in modo che lui si fidi di te, come se ti conoscesse da tutta una vita.

Cerca di stabilire un rapporto con il lettore in prima persona, dandogli del tu, come sto facendo io con te, in modo da rendere la lettura meno pesante e più cordiale e lui più familiare e fedele ai tuoi contenuti.

Dialoga con lui come se stessi bisbigliando un consiglio nell'orecchio di un amico.

Se invece ti riferisci a grosse aziende utilizzerai un linguaggio più formale, ma non esagerare, perché daresti l'idea di una persona pesante e per niente dinamica.

Se ti riferisci a persone che cercano lavoro, oppure se il tuo blog non ha scopo di lucro, utilizzerai un linguaggio più adatto alla situazione, quindi non formale e con un tono molto amichevole.

Se ti riferisci ai bambini non utilizzare termini tecnici incomprensibili o parole che solo un adulto potrebbe conoscere.

E comunque se per i tuoi scopi di lucro sia necessario che il tuo utente si converta in un lettore fidelizzato, allora cerca di scrivere in maniera empatica, rivolgendoti direttamente a lui, dandogli sempre del tu.

In ogni caso ricordati che dovrai comunicare sempre in modo proporzionato al tipo di interlocutore ed alla sua posizione aziendale, ma non eccedere mai nel formalismo.
 
15. Netiquette e professionalità

Inserisci nel tuo blog una serie di regole di netiquette.

Di solito i contenuti della netiquette possono essere trovati, come esempio da replicare, nei forum di discussione o anche nei blog, ed essi indicano il comportamento corretto da mantenere su Internet in generale e nel tale forum o blog in particolare.

I contenuti della netiquette riguardano normalmente il mantenimento di un atteggiamento rispettoso nei confronti della piattaforma, del suo titolare e degli altri compartecipanti, evitando di scrivere in lettere maiuscole perché ciò equivale un po' come ad urlare, non fare pubblicità spammatoria a prodotti propri o in affiliazione, non inserire troppi tag specifici a proprie pagine perché ciò é un sintomo di spam, e non offendere nessuno.

Quando   sia   necessario   impedisci   temporaneamente   oppure   in   modo permanente l'accesso al tuo blog (salvo non sussistano i presupposti per un'eventuale denuncia all'autorità giudiziaria) ad iscritti che violino le regole di netiquette che avrai impostato.

Non sperare di avere un seguito di lettori affezionati o di persone impegnate nel commentare il tuo blog se non reagirai a tali violazioni.

Fai attenzione a non esprimerti tu stesso in maniera offensiva, verso un singolo o contro di una particolare nicchia di persone.

Quindi la critica fatta da te o da qualcuno contro qualcuno o qualche servizio ci potrebbe anche stare, ma assicurati che sia realmente fondata, altrimenti sarà il tuo blog a dare una cattiva impressione o un'impressione di incompetenza o faciloneria.

Infatti nel tuo blog stai utilizzando la tua immagine, la tua faccia e tali dichiarazioni non fanno altro che lasciare un'impressione poco professionale del tuo blog e della tua immagine.

Questo é un punto cruciale poiché se un 50% dei tuoi utenti é d'accordo con quello che scrivi e l'altro 50% no, potresti anche rischiare di perdere come clienti questi ultimi, quando magari sono proprio coloro i quali ti farebbero guadagnare di più.
                                                                                                                                                                     
Perciò, a meno che non ti occupi di nicchie molto ristrette e che si schierano da una parte ben precisa, piuttosto che nel caso di blog di natura politica, è sempre meglio abbandonare comportamenti del genere.

Per un piccolo errore che si poteva evitare, correresti il rischio di perdere dei guadagni, se hai creato un blog di supporto al tuo business.

Ricordati ancora che una cosa che viene pubblicata sul web non viene mai più cancellata, se non a seguito di complesse e lunghe procedure che non danno risultati nell'immediato.

Per  un  semplice  esempio  di  come  gestisco  le  regole  di  netiquette  dai un'occhiata al mio sito web http://www.sergiotraversa.com/p/legal.html/.

Un altro consiglio é quello di organizzare le pagine per la tua privacy policy, copyright, disclaimer e anti spam policy, nel momento in cui tu esponga nel blog un form di iscrizione, mostrando di voler gestire i dati sensibili degli iscritti.

Perciò se stai creando un blog che contiene dei form o moduli di iscrizione per la raccolta dei futuri contatti e-mail, ricordati sempre di dare ai tuoi utenti la garanzia di avere ottemperato alle norme sulla privacy e sui cookie, offrendo in visione tutte quelle pagine sulla policy, che troverai come esempio nella pagina appena menzionata.

16. Il principio di reciprocità e la tua professionalità

Quando parli con il tuo lettore e intendi fargli compiere un'azione dovrai fargli capire che otterrà dei benefici nel farlo.

Questo contesto é una semplice applicazione del principio di reciprocità, enucleato da Cialdini nel suo volume "Le Armi della Persuasione".

Ad esempio, se inserisci sul fondo dell'articolo un inciso con il quale intendi dare in regalo il tuo e-book in cambio della iscrizione del visitatore, fatta con un apposito modulo, non dire semplicemente "iscriviti per scaricare", é invece molto meglio dire "scaricando l'e-book potrai scoprire come fare per...”.

Questi sono dettagli che potrai trovare gratuitamente nella quattordicesima edizione del mio Corso Avanzato sul Follow-up Marketing On Line.

In ogni caso dovrai far presente all'utente che l'unico modo per avere il tuo ebook è quello di aderire all'iscrizione, ma sicuramente non potrai dirlo a seconda di quello che ti gira di dire in quel momento, ma dovrai seguire delle specifiche strategie.

Quindi devi dimostrargli che il tuo scopo principale non é quello di iscrivere il lettore ad una lista ma bensi’ quello di dargli delle informazioni gratuite, di cui egli sia alla ricerca, consentendogli di fare il download del tuo libro elettronico.

Con queste strategie potrai presentare la tua offerta al tuo visitatore in un modo totalmente diverso da quanto viene comunemente fatto dalla massa dei blogger e potrai distinguerti con successo.

Il visitatore deve stare al centro della tua attenzione e se imposti il tuo lavoro in questo modo sarai sempre in grado di ottenere degli utenti soddisfatti.

Perciò non devi mai dare l'impressione di essere un mero commerciante di informazioni che cerca di guadagnare sui visitatori.

Piuttosto devi garantire che il tuo compito é quello di far sentire l'utente come l'unico beneficiario delle tue promozioni.

Tieni sempre a mente che devi dare l’impressione quello che scrivi deve essere utile non tanto per il tuo interesse, quanto per quello dei tuoi utenti.