menu

27 gennaio 2023

Le critiche piu' diffuse sul Network Marketing


Sommario

1 - Pur essendo il Network Marketing legale, esso presenterebbe alcuni elementi a cui si dovrebbe prestare molta attenzione e che incidono sulla sua eticita’ 

2 - Secondo la solita critica sarebbe meglio tenere i piedi per terra anche rispetto alle promesse di guadagno, soprattutto quando si partecipi alle convenzioni

3 - Si afferma che chi entri nel network non e’ un commerciante, con una propria dotazione di portafoglio clienti

4 - Si afferma che una volta esaurita la cerchia di parenti, amici e conoscenti, e’ facile che non si sappia piu’ a chi vendere

5 - Si afferma che molto spesso si tratti della vendita di prodotti non così necessari 

6 - Si afferma che spesso siano anche prodotti piuttosto costosi, poiche’ devono coprire la commissione indiretta di chi sta sopra il venditore

7 - Ma ancora si obietta che vendendo meno, poiche’ si riduce sempre di piu’ il gruppo di target rappresentato da conoscenti, amici e parenti, si dovra’ per forza iniziare a sponsorizzare sempre nuovi distributori per continuare a guadagnare

8 - Nel Network Marketing normalmente si dice che sarai imprenditore di te stesso, ma poi la critica aggiunge che fare impresa sia altra cosa

9 - I consigli per chi entra nel Network Marketing 

  • a. Vuoi essere un venditore? 
  • b. Sei portato per farlo?
  • c. Hai un piano di vendita? 
  • d. Hai una rete di acquirenti che potrebbe acquistare il prodotto piu’ volte?
  • e. Con Herbalife potrai fare tutte le ricerche possibili di informazioni per poter iniziare a lavorare con tranquillita’
  • f. In caso di tuo recesso potresti anche correre il rischio di rimanere con prodotti che potrebbero restare invenduti.
  • g. Come si pagano le tasse?

1 - Pur essendo il Network Marketing legale, esso presenterebbe alcuni elementi a cui si dovrebbe prestare molta attenzione e che incidono sulla sua eticita’ 

In Herbalife queste preoccupazioni non trovano alcun fondamento, perche’, anche se entrare nel network non sia gratuito, perche’ viene richiesto l’acquisto di un campione di prodotti, tale richiesta e’ fatta solo inizialmente ed e’ obbligatoria, per ragioni che non sono relative solamente ad un’esigenza di minimo investimento, ma che sono anche correlate all’invito alla prova del prodotto, da parte dell’azienda madre, fatto al nuovo distributore, e all’invito a tale prova, da parte di quest’ultimo, ai potenziali clienti e/o distributori.  

Naturalmente la prova personale del distributore ha l’esigenza di ottenere un immediato riscontro positivo, nel medesimo, che possa offrire una potente motivazione alla vendita ed alla ricerca di nuovi distributori, proprio perche’ e’ ormai assodato che se un venditore non sia assolutamente convinto di cio’ che sta vendendo, certamente non avra’ mai il successo sperato, considerato che gli interlocutori in maggioranza si accorgeranno di una certa incoerenza tra linguaggio verbale, paraverbale e non verbale del venditore.

Ovviamente in Herbalife l’acquisto periodico dei suoi prodotti, da parte del distributore, non e’ mai imposto, ma sara’ un’esigenza imprescindibile del medesimo che intenda avere successo a causa del numero dei potenziali clienti e/o potenziali distributori, che abbiano risposto positivamente al suo invito a partecipare a riunioni e convenzioni.

I corsi di formazione in Herbalife non sono mai a pagamento, ed anzi ti viene offerto tutto il supporto necessario, dagli appartenenti alla tua upline, fino alla seconda linea, essendo i partecipanti alle due linee superiori a te interessati ad ottenere un compenso in provvigioni indirette, dovute al tuo impegno in termini di tuoi consumi e vendite.

Ma poi il supporto ti puo’ derivare da webinar in speciali accademie visualizzabili su Zoom, ove incaricati ai vertici delle gerarchie, che abbiano ottenuto qualifiche rilevanti, intervengono per darti tutti i migliori consigli su come procedere.

Invece dal tuo impegno nella ricerca di nuovi nuovi venditori che diventino distributori attivi, ci saranno compensi in provvigioni indirette solo fino al tuo diretto superiore, ed e’ lo stesso come dire che lo stesso tuo impegno nella ricerca di venditori che divengano nuovi distributori, ti sara’ ricompensato con una piena provvigione solo fino alle vendite indirette di coloro che saranno reclutati da quelli che avrai reclutato tu. 

Anche se in generale si puo’ dire che tutta l’assistenza ti venga offerta da tutti coloro che siano interessati a far crescere la tua squadra.

2 - Secondo la solita critica sarebbe meglio tenere i piedi per terra anche rispetto alle promesse di guadagno, soprattutto quando si partecipi alle convenzioni

Queste convenzioni, ove si parla proprio di love bombing, accompagnate da un vero e proprio culto della personalita’ dell’oratore intervenuto, sono tutte a pagamento per chiunque vi partecipi, onde sono viste con molto sospetto.

Tuttavia, diversamente da quanto si afferma, nei Network Marketing che funzionino come Herbalife, innanzitutto nessuno mai in ti promettera’ mai facili guadagni, anzi ti spieghera’ come il suo livello di qualifica sia stato ottenuto con il sudore della fronte.

Inoltre in Herbalife non devi temere assolutamente l’ondata di entusiasmo e fiducia da parte degli altri distributori, e da cui tu sarai  investito nelle convenzioni, in cui di solito vengono a parlare illustri oratori, i quali possono essere amministratori delegati, medici specializzati nelle ricerche alimentari aziendali, medici specializzati in particolari discipline mediche, persone di particolare successo che abbiano raggiunto i vertici grazie al loro impegno distributivo, e non esiste alcun culto della personalita’.

In Herbalife la partecipazione alle convenzioni non e’ mai gratuita per il semplice motivo che l’organizzazione di tali eventi e’ piuttosto onerosa, e tale onere va redistribuito su tutti coloro che abbiano interesse ed entusiasmo alla creazione ed alla partecipazione all’evento.

Ma non solo, perche’ essere parte dell’evento rappresenta la motivazione piu’ importante per riuscire a convincere dei potenziali distributori a partecipare.

In questo caso potrai scegliere se offrire tu le spese di partecipazione ai tuoi invitati, oppure lasciare che ciascuno si paghi la propria partecipazione, se sarai riuscito a motivare maggiormente gli invitati al loro intervento.

In conclusione la tua crescita esponenziale in seno ad Herbalife potra’ trovare linfa vitale solo grazie al numero delle persone che riuscirai a portare alle convenzioni, perche’ sono fortemente motivanti, ed offrono delle concrete testimonianze di soddisfazione derivante dai prodotti e dalla crescita economica realizzabile.

3 - Si afferma che chi entri nel network non e’ un commerciante, con una propria dotazione di portafoglio clienti

Normalmente chi entra in un Network Marketing come Herbalife lo fa sia che sia gia’ stato un venditore con o senza portafoglio, sia che non sia mai stato un venditore, proprio a causa del basso investimento iniziale necessario di 62,46 euro e del potenziale di crescita economica.

Anche se sei stato un commerciante, cio’ non vuol assolutamente dire che potresti avere successo con il Network Marketing di Herbalife.

Infatti cio’ dipende esclusivamente dal fatto che sarai riuscito a mettere in pratica le strategie perfettamente duplicabili, che sono gia’ state utilizzate con successo dagli appartenenti alla tua upline, e che essi ti suggeriranno con la costanza necessaria per portarti sempre piu’ in alto, se sara’ tuo desiderio essere istruito.

Anzi forse si puo’ affermare che se per anni tu abbia operato in un mercato B2B, con il Network Marketing, che e’ essenzialmente un’attivita’ che si rivolge ad un mercato B2C, non e’ assolutamente detto che tu riesca ad avere lo stesso successo avuto in precedenza.

Infatti per ottenere risultati anche nel mercato del Network Marketing dovrai rigirarti come un calzino, ed anzi, chi non ha mai venduto uno spillo in vita sua, puo’ essere che si possa sentire avvantaggiato dal partire proprio con il Network Marketing, perche’ attivita’ di vendita connotata da suoi caratteri esclusivi, che mal si coniugano con un’attivita’ che abbia avuto per oggetto la vendita di prodotti e/o servizi esclusivamente ad aziende.

Inoltre non e’ nemmeno necessario essere un rappresentante dotato di un portafoglio clienti, per entrare in Herbalife, anzi direi che non abbia neanche molto senso averlo, perche’ i tuoi clienti per Herbalife possono essere tanti quante sono tutte le persone che conosci, moltiplicate per cinque, perche’ statisticamente sono sempre cinque tutte le persone, con le quali le prime che avrai contattato potranno metterti in comunicazione.

Certamente puo’ essere allettante entrare in Herbalife anche se non hai mai venduto e non hai un portafoglio clienti, proprio perche’ in quel momento stai svolgendo un lavoro frustrante, il cui stipendio non ti consenta di arrivare a fine mese, le cui modalita’ non ti consentano di occuparti della tua famiglia, o che ti costringano a lavorare in orari di routine quotidiana impossibili e diversi rispetto alle esigenze familiari, e cio’ proprio perche’ invece un lavoro autonomo come quello offerto da Herbalife ti puo’ consentire di gestire i tuoi ritmi personali e naturali in maniera diversa ed in totale liberta’.

Infine, tutti partono da un livello zero, e ciascuno deve impegnarsi per ottenere i risultati che si sia prefissato di raggiungere. 

4 - Si afferma che una volta esaurita la cerchia di parenti, amici e conoscenti, e’ facile che non si sappia piu’ a chi vendere

Cio’ non e’ assolutamente vero perche’ sarai sempre in grado di individuare il tuo target, di giorno in giorno, tra le persone piu’ disparate, di cui ti sarai anche dimenticato dopo anni, o che magari avrai conosciuto in qualsiasi genere di occasione.

Ed inoltre ho gia’ affermato una mia controcritica nel punto precedente.

L’unica controindicazione e’ nel tipico caso in cui tu viva su di un eremo, posto ai confini estremi della tua nazione, se non addirittura lontano od isolato dal mondo civilizzato, ma credo che cio’ sia ormai quasi impossibile ;-)

5 - Si afferma che molto spesso si tratti della vendita di prodotti non così necessari 

In Herbalife non si vendono prodotti necessari, tuttavia possono essere importanti per prevenire l’insorgenza di malattie, anche se non possono essere considerati dei medicinali.

I prodotti di Herbalife sono ormai contenuti nei prontuari dei medici generici o di base, in Italia ed in altre nazioni, e comunque anche i medici sono in grado di consigliarne l’uso, anche se non possono prescriverli come se fossero medicine, perche’ medicine non sono.

Anche i venditori di Herbalife possono solo consigliarli senza mai poter affermare che possano curare delle patologie, a pena di esclusione radicale dal network da parte della direzione dell’azienda madre.

6 - Si afferma che spesso siano anche prodotti piuttosto costosi, poiche’ devono coprire la commissione indiretta di chi sta sopra il venditore

Cio’ non e’ assolutamente vero nel caso dei prodotti dell’Herbalife, e cio’ per una serie di ragioni.

In primo luogo i prezzi dei prodotti sono totalmente svincolati ed indipendenti dalle provvigioni pagate ai distributori in via diretta, indiretta e come forma di rendita perpetua.

Questo discende naturalmente dalle necessarie strategie di marketing che vengano adottate dalle aziende piu’ moderne, tra le quali anche Herbalife.

In merito e’ possibile esaminare la lista delle strategie utilizzate dalle aziende negli ultimi 70 anni, per la composizione del prezzo dei prodotti, presente nel volume sul Marketing Management di Philip Kotler, edizione del 2017.

In quel volume, dopo aver esaminato come si pervenga alla composizione del prezzo di vendita, in base a tutte le teorie che si sono avvicendate negli anni nella pratica aziendale, una delle ultime teorie piu’ accreditate si impone proprio perche’ tale composizione sia completamente svincolata dal fatturato prodotto e quindi automaticamente anche dalle provvigioni pagate ai distributori.

In secondo luogo bisogna anche intendersi per cosa sia prezzo elevato, sempre in rapporto alla qualita’ del prodotto.

Se andassimo ad analizzare la formazione dei prezzi nell’ambito della grande distribuzione, ci potremo subito rendere conto che i pur bassi prezzi, sono sempre piuttosto alti a causa dei costi della pubblicita’ ed a causa dei costi relativi alla cd grande distribuzione, specialmente considerando la lunga distribuzione.

Un classico esempio che chiarisce la differenza tra vari rapporti relativi a qualita’/prezzo e che ineriscano alla pubblicita’ ed alla grande distribuzione, vi e’ quello dell’olio d’oliva extravergine (ricordo solamente in via incidentale che Herbalife non produce olio extravergine d’oliva, ma che questo e’ solo un cenno esemplificativo).

Potresti benissimo trovare in commercio dei prodotti di alto livello qualitativo, che raggiungono i punti vendita direttamente dal produttore, con costi a volte non paragonabili a quelli di prodotti genericamente concorrenti, che vengono pubblicizzati e distribuiti dalla lunga distribuzione, i cui prezzi sono inferiori della meta’ se non anche di due/terzi o tre/quarti, rispetto ai primi, ed allora, se solo riflettessi sulla qualita’, vorrei proprio sapere secondo te quali siano i prodotti piu’ costosi ;-).

Di certo, acquistando questi ultimi, potrai anche risparmiare, ma pagando un certo prezzo in termini salute, come prevenzione dall’insorgenza di determinate malattie o patologie e/o soddisfazione.

Quindi i prezzi relativi ai prodotti normalmente commercializzati che vengono pubblicizzati o che sono diffusi attraverso la classiche catene distributive devono tenere conto della pubblicita’, e poi dei costi di gestione, non solo inerenti al trasporto, che sono comuni a tutti i generi di distribuzione, anche a quelli della corta distribuzione, come nel caso di Herbalife, ma anche a quelli relativi ai costi di deposito, considerando che potrebbero anche esservi uno o piu’ stadi di deposito, ciascuno con le sue regole di marketing e di promozione pubblicitaria, persino anche supportati da una forza di vendita.

Quindi non ha alcun senso cercare di paragonare i costi logistici della grande distribuzione di prodotti multimarca, preceduti nella filiera, dai costi logistici dalla grande distribuzione di prodotti monomarca, con tutte le complicazioni che si possono immaginare, come quando si debba per forza evitare, ad esempio, che un singolo supermercato, punto di vendita finale, possa essere direttamente il terminale di lunga distribuzione di varie strutture logistiche monomarca.

Non v’e’ chi non veda come un simile approccio possa essere impossibile, e quindi nasce l’esigenza di avere dei depositi periferici, appartenenti allo stesso marchio multimarca del supermercato finale, e cio’ comporta necessariamente un ulteriore aggravio dei costi logistici.

Tutto cio’ ovviamente non accade nel mondo monomarca di un Network Marketing come Herbalife, ove, oltre ad esistere una certa struttura logistica, con costi di spedizione minimi, che non incidono sul prezzo finale, dovuto dal destinatario, specialmente nel caso di un certo fatturato, composto da piu’ prodotti, esistono anche dei complessi industriali di produzione dei prodotti Herbalife, che sono localizzati nelle singole nazioni, proprio allo scopo di rendere la logistica meno costosa e piu’ capillare in termini di distribuzione.

Quindi nel caso di Herbalife, oltre ai prezzi del trasporto, o anche di consegna, bisogna tener conto dell’alta qualita’ dei prodotti, che non sono garantiti dai soliti centri di ricerca e sviluppo, come quelli di una qualsiasi azienda medio/grande, ma da un equipe composta dai 300 medici ed oltre, dell’Universita’ di Los Angeles, dedita alla ricerca ed alla creazione di prodotti sempre piu’ moderni ed aggiornati per tutte le esigenze che possano nascere dall’estetica, dalla salute, dal cambiamento delle condizioni climatiche e dall’inquinamento.

Quindi chi pensa che il prezzo dei prodotti Herbalife sia spesso superiore a quello di prodotti concorrenti (ammesso che ne esistano di corrispondenti ed ulteriormente verificando in quali termini esista una corrispondenza che possa essere spiegata in termini di concorrenza) perche’ cio’ sia richiesto per poter pagare le provvigioni, o perche’ magari si vuole vantare una qualita’ che non esista, e’ totalmente fuori strada, ed inoltre esistono ormai milioni di consumatori che sono totalmente soddisfatti dalle prestazioni dei prodotti alimentari e cosmetici di Herbalife.

Infine, bisogna anche tener conto che ciascun distributore, a seconda della propria qualifica, potra’ spaziare all’interno del suo margine di sconto, rendendo meno costosi dei prodotti che potrebbero sembrare tali, ma solo in apparenza.

7 - Ma ancora si obietta che vendendo meno, poiche’ si riduce sempre di piu’ il gruppo di target rappresentato da conoscenti, amici e parenti, si dovra’ per forza iniziare a sponsorizzare sempre nuovi distributori per continuare a guadagnare

Anche questa opinione, per la politica commerciale di Herbalife, non ha alcun fondamento ed e’ realmente fuorviante.

A parte quello che abbiamo gia’ detto nei precedenti punti, in tema di riduzione del target, che non si riduce mai, ma poi la critica non ha senso proprio perche’ il business in Herbalife si basa sia sulla ricerca di nuovi clienti, sia sulla ricerca di nuovi distributori.

Ovviamente cosa accadra’?

Che la ricerca di nuovi distributori sara’ continuamente alimentata anche dalla ricerca di nuovi clienti, che, dopo aver provato i tuoi prodotti, una volta soddisfatti dalla loro qualita’, ne saranno talmente entusiasti.

Con la conseguenza che, dopo aver constatata l’efficienza del piano di marketing, ed esaminate le potenziali possibilita’ di guadagno, vorranno senza esitazione aderire alla tua proposta di iscriverli come tuoi sponsorizzati, per iniziare una proficua attivita’ di distributori, e poi magari anche di team leader.

In definitiva, se magari potresti pensare che il guadagno derivi sia dalla vendita che dal reclutamento di nuovi distributori, dovrai convenire necessariamente che il maggior guadagno derivi da quest’ultima voce, costituita dalla ricerca, assistenza ed insegnamento dei nuovi distributori, affinche’ sviluppino il loro business attraverso la vendita e la ricerca di nuovi distributori.

Quindi questa e’ la filosofia del Network Marketing anche per Herbalife, altrimenti bastava dirigersi verso un altro tipo di azienda ove essere solo un venditore incardinato in un’unica forza di vendita.

8 - Nel Network Marketing normalmente si dice che sarai imprenditore di te stesso, ma poi la critica aggiunge che fare impresa sia altra cosa 

Secondo questa opinione vi piu’ essere impresa quando si dipenda sia da un’azienda madre e, gerarchicamente, anche dalle upline, cioe’ da chi ci ha fatto entrare nel network e che guadagna indirettamente sulle nostre vendite. 

Certamente, nel caso di Herbalife, il venditore-distributore ha, con la casa madre un rapporto di collaborazione, che e’ di vendita diretta, con o senza partita iva, la quale agisce come un’azienda che assume una qualsiasi persona che voglia accedere alla posizione di distributore-venditore, dopo aver vagliato solo un ristretto numero di requisiti, e poi ha un rapporto di collaborazione con una serie di team e/o distributori, in upline, diretti da dei team leader che agiscono ne’ piu’ ne’ meno come dei direttori commerciali, che ti diano la loro assistenza e supporto in cambio di una percentuale indiretta sui tuoi guadagni.

Abbiamo gia’ esaminato cosa voglia dire investire per condurre una piccola impresa tradizionale, con i suoi sacrifici ed i rischi che bisogna sopportare, che sono di gran lunga superiori rispetto a quelli che potrai affrontare nel Network Marketing.

Quindi le persone sponsorizzate, i venditori/distributori, cercano di diventare anche loro dei team leader, agendo nel massimo dell’indipendenza, senza nessuno che gli dica quello che devono fare, se non ne hanno voglia, ma al massimo possono essere consigliati ed assistiti sulle cose da fare, oppure consigliare ed assistere te su cosa fare.

Infatti i nuovi distributori usufruiscono di una notevole assistenza e supporto, affinche’ possano crescere economicamente, perche’ questo fa crescere anche i guadagni delle due upline, in termini di percentuali a due cifre e delle upline superiori, nel caso di Herbalife, in termini di percentuali perpetue ad una cifra, ovvero che possono arrivare a bonus del 2,4 e 6% che vanno sommati al 5% che prendi quando sei nella posizione di Supervisore, e che vanno all'infinito, come potrai evincere dal suo piano di marketing.

Infine andiamo ad esaminare il concetto di imprenditore.

Ovviamente questo concetto non puo’ essere limitato alla ristretta categoria della vendita, in quanto quello di imprenditore comprende soprattutto la gestione dei fattori che il distributore, sia come tale, sia divenuto team leader, organizza per massimizzare i suoi guadagni, come la vendita, l’organizzazione degli altri distributori sponsorizzati, la ricerca di nuovi clienti, la ricerca di nuovi distributori, le gestione del tempo, la scelta dei prodotti in cui investire e da avere a magazzino, la gestione di eventi, etc., e tutto cio’ avviene ne’ piu’ e ne’ meno come una qualsiasi azienda o impresa.

La maggiore differenza consiste nel fatto che, oltre a non produrre nulla, perche’ sono utilizzati i prodotti della casa madre, il semplice distributore, o il team leader, diventa imprenditore di se stesso, anche se non assume nessuno e/o non viene assunto da nessuno, ne’ a tempo determinato, ne’ a tempo indeterminato, ma solo quale operatore autonomo di vendita diretta.

Quindi, anche qui, in considerazione del grande numero di distributori e di linee che si possano aprire, possiamo trovare un insieme di micro aziende o di micro imprese, che collaborano per un fine di crescita comune.

9 - I consigli per chi entra nel Network Marketing

a. Vuoi essere un venditore? 

Se vuoi entrare in un’azienda di Network Marketing come Herbalife, devi iniziare a ragionare come un venditore, e poi piu’ avanti, man mano che il tuo impegno cresca, dovrai iniziare a ragionare come un imprenditore.

b. Sei portato per farlo? 

Questa e’ una domanda oziosa ed inutile!

Chiunque puo’ essere un venditore, siamo un po’ tutti venditori ed acquirenti al 50% e quando nasciamo siamo gia’ venditori perche’ con il nostro pianto cerchiamo di vendere le ragioni del pianto e del nostro dolore a chi ce li puo’ togliere.

Quindi non ha senso chiedersi se sei portato o non sei portato per la vendita, tutti possono farlo.

Venditori non si nasce ma lo si diventa, con l’esercizio e la costanza.

c. Hai un piano di vendita? 

No?

Se non l’hai adesso potrai creartelo nel breve/medio termine, non occorre essere dei geni per farlo.

d. Hai una rete di acquirenti che potrebbe acquistare il prodotto piu’ volte?

Chiunque puo’ avere una rete di acquirenti di tal genere, sempre seguendo un particolare percorso di crescita, ma in seguito, dopo aver venduto l’idea del lavoro autonomo e redditizio, potrebbe anche avere una rete di venditori-distributori.

e. Puoi permetterti di rischiare soldi e tempo?

Esaminando con con molta attenzione la tua situazione economica, se hai gia’ un posto di lavoro che non ti consente di fare il rappresentante, perche’ non hai tempo disponibile, oppure perche’ dovresti investire maggiori quantita’ di danaro in mezzi per spostarti, come auto, o in altro, come carburante, gomme, ristorante, etc., oppure se sei disoccupato e non hai molta disponibilita’ economica, od anche nel caso in cui tu volessi aprire una piccola azienda tradizionale, capiresti che non hai assolutamente alcuna possibilita’ di diventare un lavoratore autonomo.

Per tutte queste cose sicuramente non puoi rischiare soldi e tempo.

Ed inoltre il posto fisso, con il contratto a tempo indeterminato, non te lo offre piu’ nessuno.

Con Herbalife hai invece la possibilita’ di guadagnare con il Network Marketing perche’ non devi investire inizialmente cifre superiori ai 100 euro, per acquistare due o tre prodotti base di Herbalife.

Naturalmente nessuno mai si sognerebbe di dire che sia tutto facile, se non vuole truffarti o prenderti in giro.

Ma in seguito dovrai smetterla di ragionare come un dipendente, man mano che ti industri nell’attivita’ di ricerca di collaboratori da sponsorizzare, perche’ dovrai misurarti con la capacita’ di gestire delle risorse, costituite soprattutto dalle persone e dal tuo tempo.

Percio’ capisci che per fare questo lavoro non hai bisogno di investire danaro.

Ma come ti ho gia’ detto dovrai ragionare come un imprenditore.

e. Con Herbalife potrai fare tutte le ricerche possibili di informazioni per poter iniziare a lavorare con tranquillita’

Ma in ogni caso devi fare delle ricerche molto approfondite e raccogliere quante piu’ informazioni possibili sul prodotto, il mercato e l’azienda che opera con il Network Marketing.

Potrai ottenere delle visure camerali, articoli di giornali e riviste, recensioni su aziende e prodotti, pareri su aziende e prodotti ottenuti dai social, ed infine eventuali segnalazioni e reclami presso le autorita’ garanti.

E come ti ho gia’ anticipato Herbalife e’ garantita dall’iscrizione ad Avedisco, l’associazione delle aziende che operano attraverso la vendita diretta.

f. In caso di tuo recesso potresti anche correre il rischio di rimanere con prodotti che potrebbero restare invenduti.

Se hai intenzione di recedere dal contratto, Herbalife valutera’ l’integrita’ dei prodotti che ti sono rimasti, anche in relazione alla loro scadenza, come prodotti alimentari e per la cosmesi, affinche’ tu possa recuperare quello che hai speso, cioe’ potrai essere rimborsato senza problemi.

g. Come si pagano le tasse?

Non avendo alcuna preparazione in tema, ti consiglio di rivolgerti ad un commercialista, e questo dovrai farlo una volta sola, in quanto per il futuro, in base alle norme relative all’art. 173 della legge 2005, che ha per oggetto la vendita diretta, non avrai piu’ bisogno di andarci se non 3 o forse 4 volte all’anno, per delle questioni assolutamente semplici, specialmente se hai la partita iva.

In questo caso non dovrai neanche versare i contributi INPS, perche’ al versamento degli stessi ci pensera’ direttamente Herbalife.

L’unica tua incombenza sara’ quella di versare l’IVA trimestrale tramite F24. 

Come funziona il Network Marketing


Sommario

1 - Uno sguardo di insieme

2 - Quali sono i rischi che si possono correre in strutture modellate sul Network Marketing

3 - Alcuni casi pratici di vendite piramidali senza causa

4 - Alcune generalizzazioni senza fondamento

5 - Indici concreti che indichino come un’azienda che opera con il Network Marketing possa essere caratterizzata da comportamenti  legali ed etici.

  • a. Il kit di entrata 
  • b. Restituzioni dei prodotti contro rimborso
  • c. Impegno e risultati
  • d. Possibilita’ di rendita elevata
  • e. Rapporto tra volume degli affari e provvigioni
  • f. Prospettive nel breve e lungo termine
  • g. Questioni fiscali 
  • h. Legalita’ ed eticita’  

1 -  Uno sguardo di insieme

Sara’ capitato anche a te di essere stato invitato ad una presentazione, fatta tra persone fisiche, in presenza, oppure mediata dal computer, attraverso strumenti di videoconferenza on line, come Zoom, avente per oggetto cosmetici, integratori, detergenti, etc., da parte di un amico, o di un conoscente, o magari anche di un parente.

Vi sono aziende molto conosciute, come Herbalife, che utilizzano quel sistema di vendita, denominata vendita diretta, per commercializzare dei prodotti legati al benessere, come gli integratori alimentari, ed alla bellezza, come quelli relativi alla cosmesi.

Tali aziende si rivolgono ai clienti potenziali, attraverso l’attivita’ di vendita dei propri distributori, ma, una volta verificato che essi siano rimasti soddisfatti da quei prodotti, offrono ai medesimi un’opportunita’ di lavoro autonomo attraverso il reclutamento degli stessi, allo scopo della vendita stessa e/o anche il reclutamento di altre persone.

Ti sara’ anche capitato di notare come chi opera per questo tipo di aziende sia soddisfatto ed entusiasta del suo lavoro, perche’ gli ha permesso di di superare la frustrazione derivante dall’essere un dipendente, con il cambiare la sua situazione lavorativa al fine di riacquisire fiducia in se stesso e guadagnare oltre la media. 

Ed avrai forse anche notato, nei contenuti delle email ricevute, nelle pagine web, nei post pubblicitari e nei post sui social media, dei messaggi, in cui si offra di entrare nel team per diventare imprenditori di se stessi.

Sono tutti questi gli elementi che costituiscono il mondo del Network Marketing, che rappresenta una forma di vendita diretta, in cui gli incaricati di un’azienda, come, ad esempio, in Herbalife, non solo commercializzano prodotti, ma reclutano anche altri collaboratori, lucrando una commissione diretta sulle loro vendite, ma anche una commissione indiretta sulle vendite di altri collaboratori, entro il terzo grado o entro la terza linea.

Ma possono ulteriormente avvantaggiarsi di una rendita perpetua, certamente in termini di percentuali molto piu’ esigue, ma giustificate dai grandi numeri messi in movimento tramite la propria meritevole, lunga e costante attivita’.

Quindi ogni persona nel Network Marketing, vende ad altre persone ed al contempo le arruola o ne recluta altre, che a loro volta vendono e ne arruolano altre ancora.

Pertanto il Network Marketing, e’ un sistema o anche modello piuttosto semplice per diventare imprenditori od operatori finanziariamente indipendenti.

Ma la cosa piu’ importante e’ che per raggiungere la tua stabilita’ finanziaria quale imprenditore, il sistema di Network Marketing non richiede grandi investimenti ed anzi, ti renderai conto che e’ un sistema poco costoso, con investimenti tendenti allo zero, quindi ancora inferiori rispetto ai costi che dovrai sostenere per svolgere la professione di rappresentante, come carburante per l’auto, etc., od anche per avere, un account di posta elettronica, che sono per lo piu’ dipendenti dal tuo abbonamento mensile telefonico, che in media ti costa circa 35 euro al mese.

Percio’ con il Network Marketing avrai una certa facilita’ ad accedere ad un lavoro autonomo perche’ ti da’ la possibilita’ di diventare imprenditore ad un costo economico difficilmente riscontrabile, e vedremo piu’ avanti i rischi che si corrono investendo in una tradizionale piccola impresa.

Per quanto riguarda i guadagni, in primo luogo nel Network Marketing si parla di vendita diretta poiche’ si tratta di vendere determinati prodotti e/o servizi, in cambio di commissioni dirette, che possono essere piuttosto rilevanti, con l’utilizzo di una rete di propri contatti che siano stati raccolti con specifiche azioni di marketing. 

In secondo luogo il guadagno avviene anche reclutando altri distributori per guadagnare delle commissioni indirette, attraverso i loro affari.

Quindi in generale con il Network Marketing hai la possibilita’ di guadagnare attraverso l’utilizzo di tre schemi diversi:

i. la vendita diretta ai tuoi clienti dei prodotti e/o servizi dell’azienda che opera in regime di Network Marketing, lucrando una percentuale diretta sul tuo fatturato;

ii. la vendita diretta di coloro che avrai reclutato come tuoi distributori, dopo averli inseriti nella rete, dai quali potrai lucrare una percentuale indiretta, sul fatturato da loro prodotto;

iii. gli eventuali bonus o premi, sempre legati al tuo fatturato o a quello del tuo gruppo o team, o anche la possibilita’ di lucrare su di una rendita perpetua, in percentuale mediamente a singola cifra, in considerazione del tuo fatturato globale, dopo aver compiuto un determinato percorso di qualificazione.

In Italia il Network Marketing ha inizialmente subito una cattiva reputazione poiche’ e’ stato direttamente collegato a situazioni collimanti con vere e proprie truffe, come potrai osservare dal punto 2 di questo articolo.

In seguito, essendo stato adottato quale sistema di lavoro, da aziende di un certo livello, in termini di trasparenza, legalita’ ed eticita’ dei comportamenti, grazie all’impostazione di rigide linee guida, ha recuperato molta fiducia da parte della gente, tanto che si puo’ dire  che attualmente milioni di persone abbiano adottato questo modello di vendita, reclutamento, e ovviamente di acquisto in beni di alta qualita’, ed e’ un mercato che vale oltre due miliardi di dollari, nel mondo intero.

Quindi il Network Marketing e’ un sistema di vendita diretta in cui il venditore guadagna commissioni non solo dalle proprie vendite ma anche dalle vendite effettuate da altre persone che e’ riuscito a coinvolgere in modo etico ed efficace.

Al nome Network Marketing viene associato il termine specifico multilivello, il quale sottintende proprio che, all’interno della rete del Network Marketing esistono diversi livelli di compensazione per ciascuna persona, che vi acceda sponsorizzata come nuovo distributore, ove per compensazione si intende il tipo di qualifica specifico che dia diritto ad una determinata percentuale in commissioni.

Ritornando ai sospetti totalmente ingiustificati, che si agitano intorno al modello del Network Marketing, e che esaminero’ piu’ avanti, bisogna registrare che si e’ diffusa un’opinione piuttosto errata, secondo la quale all’interno della rete, non sia etico che vi possa essere qualcuno che lucri sul lavoro altrui, ovvero che vi possa essere la possibilita’ di avere entrate non dipendenti dal proprio lavoro, o ancora, che vi possano essere distributori che abbiano dovuto investire notevoli somme di denaro.

Quanto al primo punto possiamo rispondere con alcuni argomenti piuttosto semplici.

Il compenso per chi recluti un nuovo distributore e’ dovuto in primo luogo proprio per l’attivita’ di reclutamento, che di solito e’ successiva ad un’attivita’ di vendita che abbia avuto successo, ed in secondo luogo per l’attivita’ del reclutatore, che offre al nuovo distributore tutta la sua competenza acquisita, per dargli assistenza e supporto, considerando che il reclutatore ha un interesse economico a farlo, visto che la crescita economica del nuovo distributore puo’ alimentare la crescita economica del reclutatore.

In generale bisogna guardare al reclutatore come se fosse il direttore commerciale del reclutato, come accade in una qualsiasi azienda che per espandersi abbia fatto ricorso ad una forza di vendita.

Certamente non si puo’ fare di tutta un’erba un fascio perche’, se da un lato esistono tante aziende che usano questo modello con successo, e da un altro lato la diffidenza trova giustificazione nel fatto che alcune aziende, pur cercando di di mantenere un livello di comportamenti che fosse in linea con onesta’, legalita’ ed etica, e quindi, pur essendo partite con buoni propositi, non sono piu’ riuscite a mantenere le promesse fatte ai venditori.

Ma tale diffidenza trova ulteriore giustificazione, come vedremo al punto 2, dal fatto che tale modello e’ stato utilizzato proprio per frodare il fisco e gli aderenti, truffandoli di sana pianta con artifizi degni di vere e proprie associazioni a delinquere.

Quindi non tutte le aziende che operano in regime di Network Marketing possono considerarsi al riparo da critiche per fatti di reato che vanno dalla truffa all’evasione fiscale, come vedremo al prossimo punto 2.

Nonostante questi rilievi, assistendo magari a qualche incontro o convention organizzate da aziende che utilizzino il regime del Network Marketing, e che siano di dimensioni ragguardevoli, anche mondiali, come Herbalife, diffusa in 95 nazioni, ti renderai conto che questo regime rappresenta un business che ti potra’ permettere di cambiare totalmente la tua vita, perche’ potrai guadagnare molto, sempre applicandoti con il duro lavoro, perche’ nessuno ti regala niente, ed al contempo potrai conoscere degli ottimi prodotti e/o servizi.

E ti posso confermare che un incredibile numero di persone, che hanno raggiunto un elevato tenore di vita, magari proveniente dalle professioni piu’ umili, o anche dalle situazioni piu’ disperate, ha avuto il proprio successo grazie al Network Marketing.

Certamente la ricerca del benessere economico non puo’ essere l’unica ragione che ti possa spingere ad operare con il Network Marketing, ma questo concetto, che mi sembra prematuro spiegare qui nei dettagli, lo rivedremo in un altro articolo, quando parleremo dello scopo principale per il quale hai intenzione di lavorare in questo settore.

Tuttavia mi sembra opportuno rilevare che ormai, la totalita’ dei coach, che istruiscono sul come ottenere l’eccellenza nella propria attivita’, insegnano anche a come gestire la propria ricchezza in funzione del rapporto con le altre persone, da un lato per non isolarsi dal mondo, e dall’altro per dare un senso alla propria vita, in funzione sempre dell’aiutare il prossimo.

Quali sono le caratteristiche positive del modello basato sul Network Marketing?

Naturalmente il tuo giudizio non puo’ prescindere da un’analisi concreta riferita ad un’azienda che avrai individuato essere tra le migliori esistenti sul mercato.

Tra queste aziende meritevoli di attenzione gia’ da adesso posso indicarti che il loro standard e’ rappresentato dalla possibilita’ di accedere ai prezzi ed al piano di marketing, ovvero il business plan o piano di compensazione. 

Inoltre avrai a disposizione la possibilita’ di acquisire la formazione a zero costi, e cio’ del resto e’ richiesto proprio dalla natura delle provvigioni quali compensi diretti ed indiretti e dalle rendite perpetue, le quali premiano il lavoro di gruppo, ove ogni suo appartenente nella tua upline ha interesse a farti crescere economicamente per far crescere loro stessi insieme al gruppo.

Percio’ dovrai cercare di verificare il piano di formazione dell’azienda madre che avrai incontrato.

Non devi preoccuparti piu’ di tanto nel cercare le persone che ti sembrino le migliori allo scopo di educarti, di informarti e di darti assistenza e supporto, perche’ cio’, innanzitutto ti sara’ fornito direttamente dal tuo sponsor diretto, del quale potrai fidarti proprio perche’ la sua esperienza deriva direttamente da azioni replicabili degli sponsor nella tua upline.

E del resto, con i vari webinar, con cadenza settimanale, avrai a disposizione le esperienze dirette di coloro che, con molta umilta’ di spiegheranno in che modo siano arrivate al successo attraverso il Network Marketing.

L’assistenza ed il supporto delle tue upline e del tuo sponsor ti saranno piuttosto utili non solo nella gestione del tuo business, ma anche in generale nella gestione della tua vita personale, in quella del tuo tempo, perche’, come vedrai piu’ avanti, per affrontare un business impostato sul Network Marketing dovrai assolutamente dimenticare tutto cio’ che nella tua vita ti e’ stato insegnato che sia anche appena somigliante alla mentalita’ del dipendente, e cercare di trasformare il tuo atteggiamento mentale da quello di dipendente in quello di un imprenditore.

Avrai l’opportunita’ di esaminare questo argomento in un articolo che avra’ come oggetto la struttura delle qualita’ necessarie che un distributore deve apprendere per poter affrontare un lavoro del genere.

Quindi ricordati sempre che chi ti aiuta non lo fa solamente per una questione di ritorno economico personale immediato, cioe’ con il fine di fare in modo che tu ottenga dei risultati, che possano dare vantaggio ai suoi risultati, ma lo fa perche’ e’ anche una persona che desidera insegnarti in modo che anche tu sia in grado di insegnare ai tuoi sponsorizzati, o alle tue linee, e tutto questo richiede comunque una grande umanita’, semplicita’ ed umilta’, perche’ come si dice in genere, nessuno nasce imparato.

Percio’ rimani sempre in contatto con il tuo sponsor e coloro che sono piu’ in alto e quindi tieniti sempre in contatto con le persone che ottengono sistematicamente dei risultati ed osserva quello che fanno, e dato che cio’ che fanno e’ replicabile per definizione, cerca di metterlo in pratica anche tu, domanda loro quali sono i loro punti di forza e come abbiano potuto crescere economicamente e quali siano gli obiettivi che rappresentino maggiormente il loro focus.

Se inizierai ad operare con il Network Marketing cerca di impegnarti a fondo per svilupparlo perche’ non esiste al mondo altra attivita’ che inizialmente ti richieda di non investire troppo danaro, ma che al contempo ti consenta di avere delle entrate considerevoli e senza limiti in ragione del tuo impegno.

Ed infatti ti renderai conto, ad esempio con Herbalife, che investendo per il kit di entrata, una somma esigua di 62,46 euro, nel Network Marketing, avrai a tua disposizione un piano da seguire per costruire il tuo business, senza sprecare di soldi e tempo.

In tal modo potrai utilizzare le esperienze replicabili, la saggezza, l’assistenza, il supporto e la conoscenza, e proprio nei momenti piu’ difficili, che ti potranno essere forniti da parte di chi ha gia’ messo in piedi un’attivita’ come la tua, come ad esempio, il tuo sponsor, il tuo team leader, etc. 

E questo ti assicuro che vale molto di piu’ di tutti i soldi che potrai guadagnare nella tua intera vita.

Ma ti renderai conto anche che non e’ un’attivita’ facile e nonostante cio’ il Network Marketing, rappresenta comunque un settore destinato a crescere proprio grazie alle crescenti difficolta’ emergenti nel mondo del lavoro ordinario in termini di perdita di posti di lavoro da dipendente e di chiusura di migliaia e migliaia di piccole imprese tradizionali.

Tutti coloro che sentirai parlare nei webinar e negli eventi di rilevanza nazionale, sono persone che hanno raggiunto un certo livello nella qualificazione, oppure che potrebbero essere rappresentanti dei vertici della struttura, o azienda madre, che sono costituiti da coach, manager ed esperti notevolmente preparati e competenti, come ad esempio, i medici componenti dell’equipe di dottorato dell’Universita’ di Los Angeles, che rappresentano il top della ricerca scientifica e dello sviluppo dei prodotti di Herbalife. 

Come vedrai piu’ avanti la gestione di un team di Network Marketing richiede determinate abilita’ e applicazione di strategie, che, pur essendo schematizzabili in maniera piuttosto semplice, rappresentano le competenze piu’ pagate al mondo.

Quelle competenze richiedono qualita’ ed impegno non molto comuni, considerando che le stesse vengono acquisite come se si fosse in uno dei migliori istituti scolastici del mondo, in cui non esistono raccomandazioni, in cui non si guarda in faccia a nessuno perche’ l’organizzazione di un Network Marketing e’ essenzialmente meritocratica, ove chi ha imparato durante il suo percorso, ha avuto ottimi insegnanti e quindi a sua volta e’ in grado di insegnare agli altri.

Tutto quello che ti sara’ insegnato ha come oggetto argomenti come il saper vendere, proprio perche’ la vendita e’ pur sempre conoscenza e competenza, poiche’ venditori non si nasce, ma si diventa, e poi ancora l’apprendimento delle convinzioni potenzianti, l’eliminazione delle convinzioni, delle credenze e della abitudini limitanti, le caratteristiche delle persone di successo, la capacita’ di comunicare e la creazione e l’aumento della leadership, come superare dubbi, le paure, il rifiuto, le obiezioni di potenziali acquirenti e distributori, la capacita’ di gestire il proprio tempo, la capacita’ di gestire e motivare i propri sponsorizzati, cioe’ le proprie linee subalterne.

Le competenze che avrai appreso non potrai mai piu’ perderle, e cio’ a prescindere dalle tue entrate basate sul Network Marketing, ed a prescindere dal tempo in cui rimarrai a lavorare in questo settore.

Altri motivi che porteranno alla crescita del settore del Network Marketing dipendono dall’ambiente che troverai, composto perlopiu’ da persone che come te hanno il desiderio di raggiungere la propria liberta’ finanziaria e di raggiungere i propri sogni, invece di stare sempre a lamentarsi ed attendere che qualcuno faccia qualcosa per loro.

Una piccola critica e’ stata fatta in merito ai guadagni ottenuti solo da una ristretta parte di persone che operano nell’ambito del Network Marketing, e cioe’ che dividendo il fatturato globale acquisito in un determinato anno, per il numero totale dei distributori presenti, risultava che il guadagno medio annuale personale era di poco superiore ai 1800 dollari.

Quindi un tale risultato spiegava molto bene quello che potevano essere le ingenti entrate di pochi individui, rispetto alle poche entrate di molti altri operatori.

Percio’ solo poche persone riescono ad arrivare in cima all’organizzazione, dato che il Network Marketing e’ un sistema estremamente meritocratico e di conseguenza solo chi produce risultati procede nel raggiungere il successo, mentre nelle normali aziende non sempre e’ così. 

Del resto bisogna anche registrare il dato negativo, per il quale molti distributori entrano nel business solo con l’obiettivo di guadagnare soldi, senza preoccuparsi di chiedere aiuto o magari anche di aiutare gli altri, e quindi non si pongono assolutamente il problema di ascoltare le persone esperte con la necessaria umilta’.

Infatti, di solito essi sono persone che non vivono in mezzo alla gente, sono persone isolate che hanno bisogno del danaro per poter emergere sugli altri, mentre e’ proprio il contrario, e cioe’ che quando emergi con le tue qualita’, e cio’ accade molto piu’ spesso di quanto tu possa immaginare, sono gli altri che ti portano danaro.

Parliamo percio’ di persone che, se non raggiungono immediatamente l’obiettivo, si scoraggiano ed escono dall’organizzazione denigrandola, come se fosse la causa dei propri mali, arrivando a scriverne male in internet, come se cio’ possa smitizzare i fantasmi che li agitano, consapevolmente od anche inconsapevolmente. 

In realta’ bisognerebbe lavorare maggiormente per incrementare la propria intelligenza finanziaria, quella commerciale e gestionale, allo scopo di sviluppare migliori convinzioni che siano potenzianti delle proprie capacita’. 

Questo sistema di vendita continuera’ a crescere perche’ potenzialmente ti offre delle possibilita’ di liberta’ che non puoi trovare in nessun’altra attivita’ lavorativa.

Infatti puoi ottenere il pieno controllo sulla tua vita, sulla tua liberta’ di decidere i tuoi tempi, di poter allevare i tuoi figli, senza mai dover rinunciare a guadagnare soldi, e di poter organizzare la tua propria attivita’ imprenditoriale di successo.

In conclusione se vorrai veramente procedere nella tua crescita personale ed economica, considera l’opportunita’ di operare con il Network Marketing. 

2 - Quali sono i rischi che si possono correre in strutture modellate sul Network Marketing

La prima cosa da fare, quando ci si avvicina al Network Marketing, e’ assicurarsi che non si tratti di una vendita piramidale, la quale e’ vietata dall’ordinamento italiano. 

La differenza principale tra Network Marketing e vendita piramidale e’ che quest’ultima non prevede la vendita di prodotti o servizi e se la prevede e’ una specie di paravento, perche’ il business dipende quasi esclusivamente dal reclutamento di nuove persone, a cui solitamente e’ richiesto un contributo iniziale di un certo rilievo.

Quindi nelle vendite piramidali si assiste alla presenza di vere e proprie catene di Sant’Antonio, in cui ad arricchirsi e’ chi ha messo in piedi il sistema e sta al vertice, mentre gli altri sono praticamente vittime di una fregatura, anche se si rischia di divenire corresponsabili di una vera e propria associazione a delinquere, nel momento in cui chi ha versato dei soldi, se ne faccia consegnare altrettanto, ma in ragione del numero di persone reclutate.

L’accordo che lega un venditore all’azienda madre, che opera secondo il sistema del Network Marketing, e’ un normale contratto che trova tutela all’interno del diritto civile italiano e comunitario.

La disciplina della vendita trova la sua forza nella legge 173 del 2005, che regola i contratti di vendita diretta.

In generale, i contratti, per essere meritevoli di tutela e non essere passibili di nullita’ radicale, che possa dar luogo anche all’esperimento di azioni penali di truffa, devono essere caratterizzati dalla presenza di una causa possibile e lecita.

Secondo il diritto civile italiano, la causa possibile e lecita, di un contratto valido e legale, e’ quella dello scambio tra un bene, a cui corrisponda un valore certo o accertabile, ed un prezzo definito proporzionato.

Tale scambio viene espresso da un vincolo che si denomina vincolo sinallagmatico.

La mancanza del vincolo sinallagmatico da’ luogo alla nullita’ di quel contratto, che in quanto tale non puo’ assolutamente ricevere alcuna tutela legale da parte dell’ordinamento giuridico italiano, perche’ tale nullita’ deriva dall’assenza della causa o dalla presenza di una causa impossibile e/o illecita.

3 - Alcuni casi pratici di vendite piramidali senza causa

E’ percio’ nella prospettiva dell’esistenza della causa, o della sua illiceita’ che vanno analizzati i seguenti casi, in cui emergono notevoli differenze tra Network Marketing legale ed etico e vendite piramidali, che portano quindi alla nullita’ dei contratti, perche’ inficiati dalla mancanza radicale della causa o dalla presenza di una causa impossibile o illecita, proprio in quanto vendite piramidali.

Come si puo’ quindi distinguere un’azienda seria che operi con il sistema del Network Marketing da una vendita piramidale illegale?

Come possiamo essere certi che Herbalife sia un’azienda seria e non la solita truffa piramidale?

La domanda sorge spontanea in quanto qualcuno ritiene che a volte i due aspetti non siano facilmente distinguibili.

Quindi sembrerebbe, secondo una certa opinione, piuttosto diffusa, anche se molto discutibile, che sia molto difficile tracciare un confine netto tra Network Marketing legale ed etico e vendita piramidale illegale.

Per rispondere a quelle domande bisogna esaminare alcune ipotesi concrete e classiche di truffe piramidali.

A me pare che il confine tra le due prassi sia piuttosto netto.

Infatti in un primo esempio non e’ presente alcuna vendita, ma solo una lettera di accompagnamento, relativa ad un trasferimento di danaro, la quale rappresenta un’evidente ipotesi di accordo senza alcuna causa, poiche’ manca ab origine la controprestazione, che avrebbe dovuto consistere in un bene determinato.

E’ l’ipotesi delle lettere, munite della cifra in danaro convenuta, da spedire a qualcuno, il quale dovrebbe poi spedire a sua volta un altro numero definito di lettere, ciascuna dotata di altrettanto danaro.

Qui si tratta non solo dell’assenza della della causa, perche’ in questo caso si e’ di fronte ad una vera e propria truffa, da parte di tutti i partecipanti nei confronti di chi abbia ingenuamente inviato i soldi, fino ad arrivare all’ultimo che ha inviato soldi, e che non ne abbia mai ricevuti, il quale ovviamente non ha alcuna colpa, se non per essere stato ingenuo da non poter nemmeno piu’ recuperare la somma elargita.

Esiste anche un’altro caso piuttosto famoso, accaduto oltre una ventina di anni fa, relativo alla vendita di una serie di libri, di cui non ricordo l’oggetto, che avrebbero dovuto essere pagati una cifra considerevole, intorno ai 6.000 euro, e le cui copie avrebbero dovuto essere rivendute dai loro acquirenti alla stessa cifra, ad una o piu’ persone, come forma di reclutamento, realizzando una catena vera e propria, che avrebbe finito per realizzare introiti solo per i vertici che hanno creato la vendita piramidale.

Un altro caso ancora piu’ noto, accaduto nel 1992, era relativo alla proposta di un gruppo assicurativo, avente per oggetto un contratto vita, che aveva lo scopo da un lato di reclutare nuovi venditori-clienti, e dall’altro quello di lucrare, sempre a favore dei vertici di tale organizzazione, sui proventi, piuttosto esagerati, derivanti dal reclutamento.

In tale occasione i piu’ furbi, sono riusciti, o a guadagnare, o ad evitare di essere fregati, ma la risposta dell’ordinamento a tale tipo di raggiro non e’ stata molto efficace, perche’ tutt’ora, dopo piu’ di trent’anni, alcune persone che ne hanno fatto parte, vivono e vegetano indisturbati nei loro traffici, proprio a causa delle modalita’ della truffa, la quale sembrava esclusa dalla sottoscrizione di un contratto, che avendo pero’ natura assicurativa, non era assolutamente facile configurarne la nullita’.

Se qualcuno ricorda, erano le situazioni create dalla Bayerische Star Service.

Attualmente le cose hanno raggiunto una certa maturita’ legislativa, onde e’ certo che simili realta’ non potranno non solo mai ricevere alcuna tutela da parte dell’ordinamento, ma saranno estremamente combattute.

In tutte queste queste ipotesi ogni acquirente diventava poi reclutatore di altri acquirenti e l’illiceita’ della causa, era ravvisabile nel prezzo troppo elevato del bene venduto.

E’ questa l’ipotesi, in cui si parla di presenza di una vendita che rappresenti una copertura, perche’ in realta’ l’oggetto vero e proprio e’ il trasferimento ad altri di somme di danaro piuttosto rilevanti, in confronto al valore della merce acquistata, e cio’ proprio allo scopo di lucrare sul reclutamento di nuovi venditori.

Spesso tale ipotesi puo’ ricorrere soprattutto nell’investimento in un kit di ingresso per accedere ad un’azienda che operi con il sistema del Network Marketing, ove i costi di tale kit siano palesemente sproporzionati rispetto al valore del bene acquistato.

Quindi in tutte le ipotesi precedentemente esaminate il contratto e’ nullo perche’ senza causa o perche’, pur presente, essa e’ illecita per evidente sproporzione tra valore del bene trasferito ed il prezzo pagato.

Percio’ in ogni caso riportato manca quel vincolo sinallagmatico, o scambio tra bene valutabile secondo parametri normali e prezzo proporzionato, e la persona che ha ideato la tipologia di catena, e tutte le persone che hanno ricevuto il danaro nella catena sono passibili di condanna penale per truffa, anche aggravata.

4 - Alcune generalizzazioni senza fondamento

Riguardo al Network Marketing, ecco cosa dice Wikipedia, che come sappiamo e’ una libera enciclopedia in forma di raccolta sistematica, visibile su internet, ma composta da opinioni di liberi privati, non supportati da alcuna rigida ed oggettiva ricerca metodologica e scientifica.

Secondo Wikipedia, le aziende che realizzano modelli di Network Marketing sono spesso soggette a critiche e azioni legali che nascono in particolare per le analogie fra questo sistema e gli schemi piramidali illegali, per i prezzi imposti, i costi d’ingresso (come la vendita di materiali promozionali e scorte di prodotti ai nuovi agenti), l’enfasi data al reclutamento di nuovi venditori invece che alla vendita dei prodotti, lo sfruttamento delle conoscenze e delle relazioni personali per vendere e reclutare, gli schemi di retribuzione complessi, i costi di materiali formativi e sulle tecniche motivazionali usate da alcune aziende al limite del culto della personalita’.

Poiche’ si parla di semplici analogie, non supportate da riscontri verificabili, direi che tali opinioni siano piuttosto esagerate, e cio’ in primo luogo perche’ non tengono conto anche di aziende corrette esistenti, come Herbalife, e tante altre simili, che agiscono secondo principi, non solo legali ma anche etici e quindi agiscono in maniera nettamente diversa, rispetto alle varie ipotesi considerate di assenza e di illiceita’ della causa del contratto.

Certamente ci sono tanti altri sistemi di marketing che possono essere usati in modo non etico, anche se legali, ovvero in modo non legale, ma con un’apparenza di etica

Ovviamente sono d’accordo sul fatto che alla fine tutto dipende dalle persone e dalle aziende specifiche.

L’opinione che va leva sull’esistenza di dati statistici evidenti che mettono in cattiva luce il Network Marketing, utilizzato da qualsiasi azienda, come non etico, anche se legale, e’ totalmente fuorviante perche’ non tiene conto di alcune peculiarita’ dei dati presi in considerazione.

E questo in primo luogo perche’ esistono aziende corrette, come ad esempio Herbalife, e tante altre aziende simili, che agiscono secondo principi, non solo legali ma anche etici e quindi in maniera nettamente diversa, rispetto alle varie ipotesi, considerate in altri articoli, di assenza e/o di illiceita’ della causa del contratto.

E quindi, piuttosto che fare di tutta un’erba un fascio, sarebbe meglio che i potenziali aderenti ad un’azienda, impostata sul regime del Network Marketing, facessero un esame approfondito di tutte le informazioni che possono essere trovate sulla medesima.

In tal senso si dovrebbe cercare di porre l’accento, non tanto sulla potenziale disonesta’ delle persone che creano tali aziende, che potrebbe emergere anche piuttosto palesemente, quanto sulla propria potenziale ingenuita’ per non aver proceduto nella ricerca delle giuste informazioni, nonostante esse siano facilmente reperibili su internet.

Bisognerebbe aver presente che l’onesta’ assoluta non e’ mai esistita, e non esistera’ mai, e che qualsiasi ente creato dall’uomo, quindi non solo le aziende che operano con il Network Marketing, puo’ essere suscettibile di comportamenti delittuosi, da parte dei suoi fondatori, se non sia debitamente esaminato e controllato, piuttosto di dire che solamente per il fatto che un’azienda sia stata creata con il sistema del Network Marketing, essa debba essere sospettabile per frodi e truffe, piu’ che in ogni altro settore del commercio.

Quindi l’idea che il Network Marketing sia un sistema da cui prendere le distanze sempre e comunque, e’ un’opinione totalmente insensata e fuorviante.

Tuttavia a suo supporto si utilizzano dei dati statistici che sono piu’ facilmente ottenibili, poiche’ fanno riferimento ad un numero di aziende strutturate sul Network Marketing, e che siano o siano state, in odore di truffa, che e’ relativamente piuttosto esiguo rispetto alle centinaia di migliaia di altre fattispecie o di casi truffaldini che si sono verificati e/o potrebbero verificarsi.

Certamente e’ vero che che tali aziende illegali ed illecite, operanti quali Network Marketing, hanno generato anche migliaia di truffati, tuttavia i dati statistici vanno utilizzati in una prospettiva molto diversa se confrontati con altri dati, come vedremo adesso.

Infatti, come ho anticipato, attualmente esistono migliaia e migliaia di casi che fanno riferimento ad altrettante ipotesi di casi di investimenti in beni fasulli, dal ricorso alla moneta virtuale o cryptovaluta, utilizzando magari anche piattaforme informatizzate localizzate in paradisi fiscali, o in stati cd canaglia, etc., e questo significa che le fattispecie di truffa sono rappresentate da numeri notevoli, non solo quindi in termini di persone truffate, ma anche in termini di tentativi di truffa che sono totalmente diversi tra loro, oltre che in termini di moltiplicazione infinita degli operatori che agiscono con tali modalita’ illecite.

Ed in tutti questi casi e’ chiaro come sia difficile comporre delle statistiche precise, perche’ normalmente e’ piuttosto difficile che chi sia stato raggirato si attivi nel denunciare la truffa subita, proprio per evitare di essere considerato un allocco.

E cio’ proprio perche’ le cifre coinvolte nelle truffe sono molto ma molto piu’ rilevanti e ragguardevoli rispetto alle esigue cifre che potrebbero essere state investite in un Network Marketing fasullo, dove si parla perlopiu’ di somme che non vanno oltre i 200/300 euro di media.

Percio’ nei casi suesposti di truffe non compiute con i trucchi del Network Marketing, ma con altre tecniche di raggiro, sembra che si giunga, per contrasto, persino ad attribuire una sorta di etica, a prescindere, anche se magari sono totalmente illeciti ed illegali.

Quindi la realta’ e’ piuttosto evidente, una realta’ fatta anche di persone che non amano esporsi, per non mostrare quanto siano stati ingenui, mentre contro le aziende che operano con il Network Marketing si e’ sempre pronti a gridare “dagli all’untore”, non solo quando le pratiche truffaldine siano piuttosto evidenti, ma anche quando non siano nemmeno presenti, proprio perche’ il Network Marketing viene considerato una truffa o una cosa poco etica a prescindere.

Poi subentra sempre il tipico egocentrismo di chi ritiene di essere piu’ furbo degli altri, per poi rendersi conto di aver preso comunque una fregatura per la propria incapacita’, anche quando era totalmente consapevole del rischio e se la sia cercata come una semplice sfida, per poi magari scagliarsi contro il modello truffaldino, affermando che e’ un illecito, e poi magari finire per accusare tutti quelli che fanno Network Marketing.

Ma poi vi sono anche coloro, i quali, credendo loro stessi di fare una semplice passeggiata nel Network Marketing, lamentino di essere stati truffati, anche quando si tratti di aziende dai comportamenti oggettivamente legali ed etici, sempre in nome di una presunta illegalita’, se non addirittura in nome di una presunta di una presunta mancanza di etica, e cio’ solo per il fatto di non essere all’altezza di tale lavoro o di non avere la voglia di impegnarsi seriamente per ottenere risultati, per poi ritornare nella propria zona di confort, ed al contempo sparare a zero in internet su tali aziende trasparenti, per il solo fatto che esse appartengano al settore del Network Marketing.

Certamente, mentre i casi di grandi aziende che agiscano con il Network Marketing in modo fraudolento nel mondo possono essere annoverati in poche decine, sicuramente e’ il numero delle persone che ne restano invischiate che fa riflettere sull’ingenuita’ delle persone piu’ che sulla illiceita’ dei comportamenti di quelle aziende.

In pratica, ragionando secondo i parametri di chi critica il Network Marketing in se’, pare che il disvalore riconducibile all’azione di chi crea un’azienda che operi con tale sistema, truffando magari migliaia di aderenti, sia peggiore delle centinaia di migliaia di casi, in cui migliaia di micro-aziende truffino altrettante vittime, ma con altre modalita’.

Tuttavia bisogna anche tenere conto che i truffati e/o le potenziali vittime di un’azienda di Network Marketing posseggono maggiori tutele informative, rispetto alle vittime del firmamento di ipotesi truffaldine che si possano creare tutti i giorni.

Vi sono tanti altri dati statistici che si riferiscono a tantissime aziende di Network Marketing che chiudono perche’ sono composte da avventurieri, oppure che chiudono per le multe salate, ed anche in tutti questi casi tutto dipende sempre dalle persone e non dalla presunzione a priori che il Network Marketing sia uno strumento non legale o non etico in se’.

Inoltre vi e’ un dato indiscutibile sul fatto che il Network Marketing sia salito al rango di una disciplina identitaria, con propri caratteri di fattibilita’, legalita’ ed etica, e cioe’ che il Network Marketing sia divenuto materia di studio presso una delle piu’ prestigiose universita’ private italiane, come la Bocconi.

Pertanto tale inquadramento puo’ solo voler dire che la materia del Network Marketing, dopo alcuni anni di incertezze e di caos legislativo, ha finalmente raggiunto una sua precisa configurazione, la quale e’ destinata a proiettarsi positivamente nell’ambito delle relazioni e dei traffici commerciali, per giungere ad essere un modello utilizzabile dai privati, secondo principi di legalita’ ed eticita’ incontrovertibili.

In tal modo si giunge automaticamente alla esclusione dal mercato di quelle fattispecie di aziende che si discostino in maniera, non dico solo in modo evidente, ma anche in modo facilmente accertabile, da tali principi, solo facendo riferimento a semplici indici di illiceita’, riscontrabili secondo quello che si e’ sempre canonizzato come la classica diligenza del buon padre di famiglia.

Un ultimo indice che puo’ dare una forte garanzia di comportamenti legali ed etici, secondo parametri ormai riconosciuti da 95 nazioni al mondo, e’ l’iscrizione di un’azienda, che agisca con il Network Marketing, all’Associazione Avedisco, la quale certifica come essa possa essere considerata degna di fiducia, come nel caso di Herbalife. 

5 - Indici concreti che indichino come un’azienda che opera con il Network Marketing possa essere caratterizzata da comportamenti  legali ed etici. 

a. Il kit di entrata 

Deve rappresentare piu’ che un costo, un investimento piuttosto contenuto in danaro, quale quota di iscrizione accessibile per tutti.

In Herbalife il costo del kit di entrata costa 62,46 euro, che e‘ una quota che ti consente di iniziare a vendere con uno sconto iniziale del 25%, in qualita’ di distributore junior.

Dopo aver creato il tuo giro di vendite e di distributori, in gradi sempre piu’ crescenti di percentuali di sconto che passano dal 25% al 35%, dal 42,50% fino al massimo del 50%, puoi arrivare ad una qualifica, che con tale percentuale ti da’ la possibilita’ di mantenere un basso livello di costi anche per i tuoi consumi personali.

Lasciamo i dettagli delle qualifiche e delle percentuali al business plan o piano di marketing e compensazioni.

L’obiettivo e’ quello di ottenere sia un elevato numero di clienti su piu’ livelli ma anche di distributori su piu’ livelli.

Naturalmente il guadagno maggiore in Herbalife si ottiene portando, oltre a nuovi clienti, anche un numero sempre crescente di distributori su piu’ livelli, perche’ questo puo’, dopo il terzo livello, portare alla creazione di una rendita perpetua, grazie a provvigioni, rappresentate da percentuali massime che, per grandi numeri portano a compensi che possono arrivare a bonus del 2,4 e 6% che vanno sommati al 5% che prendi quando sei nella posizione di Supervisore, e che vanno all'infinito.

Cio’ non incide assolutamente sui prezzi dei prodotti, in quanto tali provvigioni rappresentano una rinuncia dell’azienda al ricevimento di compensi e ad una contemporanea premiazione del merito individuale.

Nelle vendite piramidali la quota d’ingresso e’ elevata, perche’ l’obiettivo non e’ quello di ottenere clienti, ma quello di reclutare nuove persone che vogliano investire denaro.

Quindi se il sistema non ha clienti, non puo’ essere considerato un vero Network Marketing, ma assomigliera’ piuttosto ad una vendita piramidale.

Per comprendere se la vostra societa’ sia una piramide bisogna verificare se sia sempre possibile guadagnare soldi, anche senza trovare nuovi clienti, solo invitando nuove reclute ad investire soldi.

Certamente se il piano di compensazione della societa’ si basa esclusivamente sul reclutamento di persone che investono denaro, bisogna stare molto attenti, perche’ ci si potrebbe imbattere in una piramide camuffata da un falso sistema di Network Marketing.

b. Restituzioni dei prodotti contro rimborso

In una societa’ di Network Marketing come Herbalife sono presenti prodotti da distribuire ai clienti che sono di alta qualita’ e sono supportati da valide garanzie per il rimborso.

I rimborsi sono stabiliti dalle leggi applicabili in ogni rispettiva nazione, sulla base delle esigenze che le associazioni di categoria accertino come sussistenti nei consumatori.

Inoltre l’azienda deve avere nel contratto una garanzia di rimborso della quota di iscrizione, se una persona dovesse ripensarci, e cio’ viene ampiamente garantito da Herbalife.

Nelle piramidi non ci possono essere prodotti e/o servizi che possano essere restituiti in garanzia e quindi nessuna garanzia viene concessa, con la conseguenza che il rimborso dell’iscrizione, se vi pentiste di averla fatta, semplicemente non esiste.

Anche in questo caso e’ facile analizzare queste differenze e comprendere se la societa’ distribuisca regolarmente i reali prodotti o servizi e se le normative di legge sono citate sul contratto

c. Impegno e risultati

Nel Network Marketing si guadagna sempre in proporzione al proprio impegno secondo principi di meritocrazia. 

Piu’ fai conoscere il tuo business agli altri, piu’ offri il tuo supporto ai nuovi distributori ed anche ai clienti e piu’ la tua squadra cresce, portandoti piu’ guadagno.

Nella piramide si prende sempre posizione tra i primi inseriti, quindi si fa il proprio investimento, poi man mano che entrano gli altri al di sotto, si guadagna facilmente, ma poi si arriva ad un punto in cui il sistema diventa insostenibile ed e’ considerato truffa, come abbiamo sopra riportato.

d. Possibilita’ di rendita elevata

Nel Network Marketing l’attivita’ puo’ rendere di piu’ rispetto al guadagno di qualsiasi altro membro facente parte dell’organizzazione, sia sul livello di upline che di downline, anche a seconda delle vendite realizzate dal singolo distributore.

Potresti guadagnare piu’ tu che un distributore collocato nella upline e che sia stato sponsorizzato molto prima di te, a causa del numero di distributori e delle linee in downline che riuscirai a realizzare, come team leader, proprio perche’ ci sono piu’ livelli.

Così il Network Marketing, diventa anche un sistema equo, sostenibile, legale, etico e pienamente meritocratico.

Nelle piramidi non si potra’ mai guadagnare di piu’ rispetto alle persone che sono al di sopra di te.

Se si riesce a fare soldi e’ soltanto perche’ hai investito denaro per inserirti in un posto di vertice nella piramide.

e. Rapporto tra volume degli affari e provvigioni

Nelle vendite organizzate secondo il Network Marketing i guadagni provigionali sono previsti in funzione del fatturato diretto che si determina sui i clienti, e su quello indiretto che si realizza con i clienti dei distributori delle downline, e le rendite perpetue sono sempre quantificate in base a percentuali esigue, ma moltiplicate per il numero degli appartenenti alla propria downline e commisurate al lavoro globale svolto, sempre in termini di meritocrazia.

Nella piramide  i ricavi vengono caratterizzati dall’ingresso di altri partecipanti che collaborano al business e non vengono inseriti nuovi clienti, sono i clienti iniziali piu’ gli investimenti dei nuovi collaboratori che contribuiscono ad aumentare il volume di affari.

f. Prospettive nel breve e lungo termine

Nel Network Marketing di Herbalife la visione della liberta’ finanziaria derivante dall’attivita’, e’ a lungo termine, ma anche nel breve e nel medio periodo vi e’ sempre la possibilita’ di generare guadagni.

Tuttavia la liberta’ finanziaria e’ ulteriormente focalizzata su di un reddito residuale a lungo termine perpetuo, generato da percentuali provvigionali massime che che possono arrivare ai bonus del 2,4 e 6% che vanno sommati al 5% che prendi quando sei nella posizione di Supervisore, e che vanno all'infinito.

Questa e’ una differenza importantissima, rispetto alle piramidi truffaldine, in quanto se una persona provasse ad introdurvi in un Network Marketing che fosse totalmente legale, e vi inviasse comunque un messaggio fuorviante e di quelli che potrebbero dare l’impressione di trovarsi di fronte ad una vendita piramidale, del tipo si fanno i soldi immediati senza fare niente, avreste la possibilita’ di denunciarlo all’azienda, la quale non esiterebbe a chiedergli i danni in via giudiziale, per comportamenti suscettibili di ledere gravemente l’integrita’ dell’immagine dell’azienda stessa.

Forse cio’ potra’ anche accadere in una qualsiasi azienda basata sul Network Marketing, ma tuttavia non mi risulta che esista nessuno in Herbalife, che si comporti in tale modo.

Quella frase truffaldina di certo non e’ fondamentale per identificare un’azienda come una piramide, ma comunque puo’ essere un’espressione che rappresenti un cattivo messaggio, se comunicato da un distributore, anche se pero’ in realta’ non rappresenti il volere dell’azienda.

Il lavoro di tutti i networker e’ rendere professionale questo settore, senza l’utilizzo di messaggi non solo illeciti, ma anche non etici.

g. Questioni fiscali 

Nel Network Marketing , come quello di Herbalife le commissioni sono sempre dichiarate con fatture e sono soggette alle imposte previste.

I pagamenti provvigionali e le eventuali restituzioni vengono solitamente effettuati tramite bonifico bancario.

Nelle piramidi e’ molto probabile che le commissioni siano celate da false attestazioni, nel senso che solitamente vengono emesse fatture che hanno causa diversa da quella rappresentata dal compenso per il lavoro svolto.

Solitamente il denaro in transito viene fatto figurare come regalo od omaggio per prestazioni eccezionali o come pagamento per consulenze che hanno un regolamento diverso e tutto cio’ per evitare di pagare le tasse.

La frode fiscale quindi e’ un motivo piuttosto evidente, dal quale risulta che questo tipo di vendita sia illegale.

h. Legalita’ ed eticita’ 

Il Network Marketing di Herbalife e’ pienamente legale ed etico ed e’ regolato da un’apposita legge che Herbalife rispetta pienamente, allo stesso modo di come Herbalife rispetta le legislazioni, con le proprie differenze, di un totale di 95 nazioni.

La piramide e’ illegale. 

Gli accordi che la prevedono sono tutti contratti senza causa oppure con un oggetto impossibile od illecito. 

E’ considerata una vera e propria truffa. 

Le 12 bugie che potrebbero raccontarti sul Network Marketing


Voglio adesso parlarti delle 12 bugie che potrebbe capitarti che ti raccontino nel presentarti un’azienda organizzata con il sistema del Network Marketing.

Queste dodici bugie vengono ripetute all’infinito.

E’ una vera sfida elencare queste bugie perche’ attraverso la loro identificazione potrete riuscire a diventare il miglior leader che possa far crescere un esercito di migliori leader.

In questo modo andremo ad eliminare tutte queste dicerie che non hanno assolutamente alcun fondamento logico.

Ecco le dodici menzogne del Network Marketing:

1 – Fare Network Marketing e’ facile come fare una passeggiata

2 – Il prodotto si vende da solo

3 – La tua upline e’ indispensabile

4 – Non devi cercare di reclutare molte persone come distributori nuovi

5 – Non hai bisogno dell’aiuto di nessuno

6 – Puoi costruire un impero lavorando poche ore al giorno

7 – Sarai molto felice solo se avrai realizzato una somma di danaro notevole o quando avrai raggiunto una certa qualifica

8 – Devi mostrare il tuo successo al mondo intero e quindi devi spendere il tuo guadagno

9 – Il tuo successo momentaneo e’ fondamentale

10 – Devi cambiare azienda se vuoi risolvere i tuoi problemi

11 – Tutto quello che devi fare e’ sederti ad aspettare pazientemente che l’azienda ti fornisca supporto ed assistenza

12 – Costruisci il sistema una volta e poi lascialo funzionare per sempre autonomamente

Per essere un ottimo leader che possa formare un ottimo esercito di leader devi innanzitutto presentare il Network Marketing per quello che e’ in realta’, rivelando una volta per tutte cio’ che e’, ed eliminando per sempre cio’ che non e’ assolutamente vero e che puo’ creare equivoci e magari dare adito a forti critiche e dubbi, rovinando l’immagine del Network Marketing come migliore attivita’ di tipo imprenditoriale.

1 – Il Network Marketing e’ facile come una passeggiata

Ecco la considerazione che si fa spesso ai potenziali distributori e cioe’ che il Network Marketing e’ facile, vieni con me e’ facilissimo.

Nel corso della tua ricerca di un’occupazione ti sarai sicuramente imbattuto in qualcuno che ti ha garantito che il Network Marketing sia facile come bere un bicchier d’acqua.

Ebbene quel qualcuno ti ha preso letteralmente in giro.

Infatti il Network Marketing non e’ assolutamente facile.

Essere un imprenditore non puo’ essere facile.

Essere imprenditori significa saper gestire se stessi, le proprie emozioni, il proprio tempo, il reclutamento di altri potenziali distributori, gestire ed insegnare ai nuovi distributori.

Devi essere una guida, e lo farai in solitudine, molto piu’ spesso di quanto tu possa credere, perche’ anche la tua upline e’ impegnata e magari non momentaneamente disponibile, e poi devi sostenere incontri, creare eventi, invitare su Zoom in video conferenze, sostenere colloqui telefonici.

Tuttavia guarda che cosa viene detto al mondo intero, ed ai componenti dei team.

Qualcuno dice che e’ facile forse per attirare piu’ persone nel suo team.

Ma poi quando si rendono conto di come sono le cose realmente, e’ cioe’ che il Network Marketing non e’ facile, essi se ne vanno immediatamente, essi si arrendono perche’ sono stati trattati come dei bambini, senza che i loro genitori avessero la ricchezza per viziarli!

E se ne vanno magari buttando al vento i soldi spesi per il solito kit di ingresso, per quanto economico possa essere, senza nemmeno chiedere la restituzione dei soldi a causa del disgusto che provano, e se ne vanno via sconsolati, fino a quando ti incontrano il tipico esempio di guru, di chi sa parlare meglio e che mette su internet tutte queste difficolta’, rovinando l’immagine del Network Marketing.

Le cose che vanno dette sono molto diverse, ed infatti piuttosto di dire che il Network Marketing sia facile, e’ meglio dire che il Network Marketing sia piuttosto difficile, ma che vale la pena affrontarlo.

Percio’ dì sempre ai nuovi arrivati che il Network Marketing e’ difficile e duro, ma di anche che se loro hanno un sogno imprenditoriale ne vale sempre la pena.

E questo perche’ non esiste una forma migliore di imprenditorialita’ del Network Marketing per una persona media che abbia solo un’esigua quantita’ di reddito da investire.

Semplicemente non esiste altra forma di attivita’ economica migliore.

Il Network Marketing rappresenta come una palestra di vita che puo’ aiutarti a mettere in pratica i tuoi sogni imprenditoriali e/o le tue speranze di avere una vita migliore.

Una palestra che puo’ insegnarti delle abilita’ che potrai conservare per il resto della  tua vita anche se tu non dovessi permanere molto nel suo ambito, e quindi sono abilita’ che potrai applicare ad altre iniziative imprenditoriali.

Diciamo comunque che non e’ facile, ma se ne vale la pena potrebbe diventare facile, potrebbe diventare il tuo divertimento, dopo un certo periodo di tempo iniziale di lavoro duro.

2 – Il prodotto e’ talmente buono che si vende da solo

Qualche distributore o qualche team leader in cattive acque, ancora per convincerti a fare il distributore ti potrebbe dire che il prodotto da vendere sia cosi eccezionale, sotto ogni punto di vista, che in pratica non devi impegnarti piu’ di tanto perche’ si vende da solo.

Ecco, cio’ non e’ assolutamente, perche’ il prodotto non si vende da solo.

Se il prodotto si vendesse da solo, l’azienda madre non avrebbe alcun bisogno di distributori, di team, di team leader e delle loro linee e nemmeno di te.

Non avrebbe bisogno di niente e di nulla del tuo lavoro ed impegno.

Ma in realta’ i distributori, i team, i team leader, le linee, etc., compiono 4 azioni fondamentali nel Network Marketing.

In primo luogo essi vendono prodotti e/o servizi utilizzando la pubblicita’ del passaparola, e cioe’ il canale pubblicitario piu’ efficace ed affidabile che esista la mondo e che e’ anche gratuito.

Al contempo essi forniscono conoscenza ed informazioni alla clientela, cioe’ la educano sul valore dei loro prodotti e/o servizi.

In secondo luogo essi reclutano un team di nuovi distributori che e’ in continua espansione, perche’ da un lato anche i nuovi distributori hanno lo stesso compito di reclutarne altri, ma il team e’ anche sempre in aggiornamento, ed infatti la regola e’ sempre la stessa, e cioe’ per ognuno che se ne va bisogna trovare almeno due nuovi distributori.

In terzo luogo i team leader cercano di fare in modo che le loro azioni vincenti possano essere replicate e quindi duplicate, triplicate, etc., per il numero dei nuovi distributori da addestrare, da parte di tutti i componenti distributori del team, che siano gia’ esperti, oltre anche ai team leader.

Tutto cio’ contribuisce alla crescita economica del business, come una leva che moltiplichi il fatturato, come un classico modello di economia di scala.

In ultimo e quarto luogo essi cercano di migliorare la produttivita’ dei loro team utilizzando la forza della leadership posseduta dai loro team leader.

Se essi riescono a duplicare le azioni vincenti si otterranno in media due squadre anche della stessa dimensione, ma con la stessa efficacia produttiva.

Ma possono eventualmente anche esserci due leader diversi, dei quali uno eccezionale con una leadership piuttosto dirompente, ed un altro team leader medio od inferiore alla media, con una leadership piu’ affievolita.

Quello eccezionale sara’ piu’ produttivo, creera’ piu’ volume di vendite, piu’ reclutamento, piu’ duplicazioni, piu’ leadership, ma l’intero team nella sua globalita’ otterra’ piu’ successo, e questo grazie all’apporto di tutti, ma in particolar modo al piu’ efficiente dei leader.

Quindi tutti questi 4 compiti vengono svolti all’interno del Network Marketing, e cioe’ consistono in vendita, reclutamento, duplicazione e crescita della leadership.

Invece nelle piccole aziende tradizionali vengono svolti molti piu’ azioni e compiti, mentre nel Network Marketing si fanno solo quelle 4 cose.

E tuttavia, in ogni caso il Network Marketing non e’ facile, perche’ non e’ facile essere imprenditori, ed il prodotto non si vende da solo, perche’ e’ necessario l’apporto dei distributori allo scopo di educare la gente riguardo ai prodotti e/o servizi delle aziende che operano in regime di Network Marketing.

3 – La tua upline e’ molto importante ed indispensabile per portare avanti il tuo lavoro con il Network Marketing

Qualcuno afferma che la tua upline e’ fondamentale per il tuo successo e se non hai una buona upline, sei destinato in continuazione a perdere vendite e contatti con potenziali distributori, fino a sentirti profondamente svantaggiato, frustrato e sfiduciato.

Tutto cio’ non e’ assolutamente vero!

Ho conosciuto decine e decine di distributori che hanno avuto successo con il Network Marketing senza avere avuto alcun bisogno di una grande e dinamica upline.

Ed infatti vi sono distributori che vanno avanti senza nessuna upline, oppure con una upline molto debole.

Ma vi e’ un’altra verita’, e cioe’ che avere una upline troppo efficiente potrebbe essere per te anche una cosa negativa per la tua crescita personale e professionale, perche’ troverai tutto pronto.

I componenti della tua upline, od anche il tuo sponsor, penseranno a fare tutto, perche’ sono molto bravi, ma hanno anche interesse a farlo, ed allora ti saranno di supporto sempre, ti insegneranno, ti guideranno, e tenendoti per mano, faranno loro le presentazioni al tuo, posto e starai a guardare passivamente, e saranno loro a far crescere le persone appena arrivate che magari avrai loro presentato.

Quindi essi risolveranno tutti i tuoi problemi e se loro faranno tutto questo tu non ti dovrai piu’ preoccupare di nulla, al limite guadagnerai anche qualcosa, un minimo che non ti consentira’ di vivere ne’ autonomamente, ne’ agiatamente, e non crescerai mai ne’ personalmente ne’ professionalmente.

Quindi e’ come se tu fossi il figlio viziato di genitori ricchi.

Quindi non dovrai affrontare alcun ostacolo perche’ loro faranno tutto al tuo posto.

Ma prova soltanto ad immaginare se la tua upline dovesse scomparire come per incanto per sempre per un qualsiasi motivo.

Allora dovrai per forza fare tutto da solo, dovrai affrontare tutto da solo.

E’ come se tu fossi preso a pugni in faccia per poter poi trovare la forza di andare avanti da solo.

Quindi per avere successo non devi assolutamente affidarti alla tua upline, la quale sara’ totalmente irrilevante.

Quelli della tua upline possono essere sicuramente tuoi amici, ma cio’ e’ certamente irrilevante per il tuo successo o anche insuccesso.

Qualche volta quelli della tua upline possono anche rappresentare una risorsa preziosa a cui chiedere consigli, suggerimenti ed insegnamenti di volta in volta.

Ma essi non possono assolutamente essere la ragione del tuo successo o del tuo fallimento.

Mentalmente ogni distributore deve pensare come se fosse in prima linea per operare per conto dell’azienda madre, perche’ questa deve essere la tua mentalita’ nella tua attivita’, e cioe’ la tua posizione nelle linee e’ irrilevante, e la tua upline e’ irrilevante, non ha alcuna importanza.

4 – Non hai alcun bisogno di reclutare cosi tante persone

Ti avranno detto ripetutamente che che basta reclutare una manciata di persone perche’ poi ciascuna di esse reclutera’ altre persone e cosi via all’infinito.

Non e’ assolutamente vero.

Infatti personalmente non conosco nessuno che abbia guadagnato anche un milione di euro e che non abbia cercato di reclutare centinaia di persone per poter ottenere un numero cospicuo di distributori attivi, che cerchino di reclutare ciascuno un altro centinaio di persone.

Quindi non esiste nessuno al mondo che abbia raggiunto una posizione di spicco nel Network Marketing e che non abbia reclutato centinaia di distributori.

Pensa solo a coloro che avrai reclutato e che poi hai piu’ visto e che potrebbero in maggioranza essere entrati nel tuo Network Marketing e che magari li potresti anche incontrare casualmente nei piu’ grandi eventi, oppure nel team di una tua upline.

Questo e’ un effetto normale e fa parte del mestiere.

Quindi cerca di coinvolgere quante piu’ persone tu possa, ed aiuta a duplicare le tue azioni vincenti, guida, vendi, aiuta a vendere, abbi ossessione nella tua passione, recluta ed insegna a reclutare, e’ tutto cio’ che serve per far crescere la tua linea, la tua upline e la tua azienda madre, in un continuo successo.

Quindi nella vita reale ce ne vogliono centinaia e centinaia di nuove reclute.

Questa e’ la verita’.

Cerca di convincerti che questa e’ la realta’.

Dovrai cercare di reclutare nuove persone in modo costante, mostrando i tuoi esempi e dando informazioni in modo costante, e replicando in modo costante, cercando di coinvolgere il tuo team in modo costante.

Non puoi solo reclutare un tot di persone e pensare che sia finito tutto. 

Non funziona in quel modo, e piu’ avanti vedrai che la regola del crea e poi lascia lavorare il creato in autonomia, non e’ mai esistita, non esiste e non esistera’ mai.

Questo e’ quanto ti posso dimostrare a riguardo e quindi accettalo senza riserve, come se fosse parte della tua vita.

E’ un dono che potrai fare ad altre persone, un’utilissima informazione.

E devi dire loro che non avrebbero mai sentito un consiglio del genere da nessun altro oppure che non lo avrebbero mai capito se non ci fossi stato tu a spiegarglielo.

5 – Posso farcela da solo a condurre il mio Network Marketing e non ho bisogno di alcun aiuto

Questa non e’ necessariamente una bugia, diciamo che puo’ essere piu’ semplicemente un’illusione.

In ogni caso non riuscirai mai a raggiungere il successo da solo e senza l’aiuto di nessuno.

Quindi ti esorto ad attingere a risorse esterne, entra in contatto con persone esperte, attingi alla saggezza, attingi alla conoscenza di qualcuno che ci e’ gia’ passato, attingi dalle persone che hanno gia’ aiutato gli altri.

Impara dagli altri.

La maggior parte della nostra professione e’ basata sull’apprendimento degli altri e la gente in genere e’ disponibile a condividere la conoscenza in tutte le professioni, anche se non vogliono condividerei propri segreti professionali, i loro modi di lavorare.

Nel Network Marketing e’ tutto diverso perche’ chi vi lavora non ha problemi a condividere i propri segreti professionali.

Quindi cerca di abbandonare il tuo egoismo e cerca di essere aperto al recepimento dei giusti consigli.

Fai mota attenzione a chi ascolterai e quindi assicurati che stai ascoltando le persone giuste.

In questo modo potrai muoverti piu’ velocemente e con molta piu’ sicurezza nel tuo percorso verso il successo.

6 – Puoi costruire un impero lavorando solo poche ore al giorno

Non e’ assolutamente vero.

Certo potrai anche guadagnare abbastanza per saldare le tue carte di credito o anche pagare il tuo mutuo, potrai comunque guadagnare del danaro, qualche euro, e magari potrai avere anche un lavoro da dipendente part-time.

Non fraintendermi, non ho detto che non potrai guadagnare delle somme dignitose.

Ma da qui al dire che potrai guadagnare una fortuna, ci passa un mare.

E poi per fare una fortuna bisogna essere molto concentrati su quel sogno, e cio’ significa essere ossessionati da quell’idea.

Conosci qualcuno che ha costruito un impero lavorando solo due ore al giorno e che non fosse ossessionato dal suo progetto?

Se si digli che mi piacerebbe incontrarlo al piu’ presto perche devo fargli delle domande.

Negli ultimi 7 anni ho incontrato decine e decine di persone che avevano quel sogno, ma non ne ho incontrata nessuna tra di esse, che non fosse anche ossessionata dalla loro meta.

Dai presentami qualcuno che abbia creato un impero lavorando solamente due ore al giorno.

Di sicuro diresti che cio’ sarebbe una cosa meravigliosa incontrare persone del genere che abbiano successo solo lavorando due ore al giorno.

Essi non rischiano di perdere la loro famiglia, o di sottoporla a grossi sacrifici.

Essi non perderanno mai la capacita’ di pagare i loro conti, e non devono perdere tempo a fare tutte quelle cose che devono essere fatte normalmente nel Network Marketing.

Possono partire da un qualsiasi trampolino di lancio, a cui siano pervenuti, grazie ad una situazione di vantaggio, ma poi, in ogni caso, se veramente vogliono arrivare alla loro meta, non gli bastera’ piu’ lavorare solo due ore, e la maggior parte di essi diventera’ ben presto ossessionata e rimarranno ossessionati fino al coronamento del loro sogno.

Quando ho iniziato con il Network Marketing, il primo mese sono partito abbastanza veloce, anche se avevo un’altra attivita’, ma poi al secondo mese ando’ ancora meglio ed ho scelto di lavorare a tempo pieno con il Network Marketing.

Ma appena sono andato a tempo pieno la mia attivita’ di Network Marketing e’ andata a pezzi.

Il mio conto corrente scese a zero e non sapevo piu’ dove sbattere la testa.

Ma c’e’ un grande dono quando non sai piu’ come fare a sbarcare il lunario e questo e’ il dono della disperazione, che e’ un qualcosa di incredibile.

E’ la sofferenza per la fame che ti puo’ portare a raggiungere delle grandi mete.

Percio’ la cosa giusta e’ quella di chiudere le porte a qualsiasi altra opportunita’ che possa capitarti nella vita e di concentrarsi su di una cosa sola per la quale tu possa provare ossessione, grazie ai benefici che potresti ottenere nel lungo termine.

I tuoi sacrifici e la tua rinuncia ad eventuali benefici, che potresti invece ottenere da attivita’ di altro genere, nel breve/medio termine, rappresentano il prezzo da pagare per accedere al successo.

Ecco perche’ ci vuole ossessione.

Ad alcune persone non piace quella parola, perche’ ritengono che bisogna essere sempre piuttosto equilibrati.

Ma affermare cio’ per me e’ una sciocchezza bella e buona, perche’ si puo’ pensare di procedere in modo equilibrato in un periodo di tempo che vada dai 2 ai 10 anni.

Invece si deve essere per forza ossessionati se vuoi ottenere il tuo successo in un tempo relativamente piu’ breve, specialmente in periodi in cui vuoi crescere in modo evidente, quando quei periodi siano di pochi giorni, poche settimane, pochissimi mesi, in cui vuoi ottenere dei risultati che siano visibili.

Quindi se stai costruendo un qualcosa dall’oggi al domani devi essere per forza ossessionato.

Come minimo devi essere ossessionato dal prezzo del kit di ingresso, qualsiasi esso sia, anche se fossero solo 50 euro, e quindi devi essere ossessionato dall’idea di poterli recuperare al piu’ presto.

Ma vi e’ un altro prezzo di ingresso.

Se magari all’inizio ti vergognavi con gli altri della tua ossessione, nel momento in cui non ti vergognerai piu’ della tua ossessione, potrai persino dare fastidio a qualcuno, a qualche invidioso, ma di certo non a tutti.

Questo e’ l’altro prezzo da pagare nell’essere ossessionato, cioe’ la possibilita’ che qualcuno possa forse danneggiarti parlando male di te, o di perdere degli amici, falsi amici, e ti assicuro che non saranno pochi.

Questo e’ il prezzo vero dell’ingresso, la perdita di amicizie, che ti assicuro non sia nemmeno una gran cosa, perche’ comunque capirai di aver perso un’amicizia che non e’ mai esistita, un nulla.

7 – Sarai felice solo quando avrai raggiunto questo livello di qualifica, oppure quando avrai raggiunto una certa provvigione

Spesso ti dicono che raggiungerai la tua felicita’ quando guadagnerai un quarto di milione all’anno, quando avrai un numero x di persone nel tuo team che fa un numero x di cose, quando sbarcherai in altre 10 nazioni.

Non e’ assolutamente vero perche’ la felicita’ non si conquista mai raggiungendo una certa meta.

Infatti non e’ solo una questione di destinazione o una questione di quantita’ di danaro, perche’ l’esperienza insegna che chiunque abbia raggiunto quella meta non ha mai raggiunto la felicita’, anche perche’ una volta raggiunta tale meta essa non basta mai, e non sarai contento finche’ non ne raggiunge un’altra.

Quella non puoi assolutamente definirla felicita’.

Certo che una volta raggiunta la meta anche io pensavo che mi sarei sentito diverso, ma non fraintendermi, non e’ che mi dispiaccia il fatto di averla raggiunta, anzi!

Cio’ e’ certamente positivo, ma io pensavo inizialmente che sarebbe stato come essere alla presenza di un’immagine di gioia, di un magico incantesimo.

Purtroppo non e’ cosi che funziona.

Per me funziona in un altro modo e penso che cio’ valga per qualsiasi persona al mondo.

Ci sono due cose nella mia vita che possono rendermi felice e sono la crescita ed il contributo.

Se sto crescendo e sto contribuendo allora sono felice.

Cioe’ sono soddisfatto da quelle due cose che rappresentano la ragione principale per la quale facciamo cio’ che stiamo facendo.

Perche’ facciamo quello che facciamo per la crescita?

Perche’ stiamo contribuendo e quindi diventiamo sempre piu’ forti e piu’ saggi e poi stiamo aiutando altre persone, e questo da’ molta soddisfazione. 

Aiutare gli altri significa anche e soprattutto insegnare.

Spesso quando insegni qualcosa non ti ringrazia nessuno, ma quando ti accorgi che una recluta passa dallo stadio dell’ignoranza a quello della conoscenza puoi ben sentirti felice.

Infatti ti accorgi che passano da uno stato di insicurezza ad uno stato di fiducia totale in se stessi, ti accorgi che la loro vita sta cambiando e tu sei stato colui che ha fatto raggiungere quello stato e tutto questo da’ felicita’, ed e’ incredibilmente gratificante.

Sai per quale cosa vivo?

Io sento molto bisogno del ciclo di feedback che ricevo dalle mie reclute.

La cosa piu’ bella della nostra professione e che mi rende felice e’ vedere qualcuno del mio team che e’ migliorato nella sua vita, nella sua famiglia, o che sia cresciuto nel suo business.

La felicita’ e’ avere avuto quella conversazione con quella persona, a seguito della quale la stessa ha preso la decisione di cambiare completamente la sua vita in meglio.

Prova ad immaginare di avere fatto questo con decine e decine di persone che grazie a te hanno avuto successo nella vita.

Magari non conoscerai nemmeno tutte quelle persone, ma avrai capito di avere avuto un incredibile impatto positivo sulla vita di molte persone.

Sono fermamente convinto che la missione di un business di Network Marketing sia una missione nobile!

E’ un business che aiuta lo sviluppo e la crescita di altri esseri umani.

E’ un business con il quale puoi dare il tuo apporto di crescita e contribuzione per gli altri.

Non desidero avere piu’ crescita e meno contribuzione e viceversa, desidero averli entrambi.

Se non sto crescendo ma sto contribuendo mi sento male e viceversa.

Ma quando sono entrambi allineati ed a posto l’effetto e’ magico.

Se fossi irrequieto e’ perche’ ho rallentato la mia crescita oppure ho rallentato la mia contribuzione e ho bisogno di bilanciarli di renderli pari.

Non cercare la felicita’ nei risultati economici, nella qualifica o nella tua destinazione, perche’ non la troverai mai, farai finta di aver raggiunto la felicita’ solo come facciata per gli altri.

Cerca la felicita’ nel tuo essere, non nel tuo avere.

8 – Devi mostrare il successo a tutti i costi, quindi devi spendere tutto cio’ che guadagni

Secondo questa bugia devi essere sempre elegante e devi avere tutto piu’ costoso che puoi per mostrare quello che si puo’ fare con il Network Marketing.

La mia missione e’ anche quella di cambiare totalmente la mentalita’ dei network marketer, quando si tratta della gestione della loro ricchezza.

Ovviamente se segui la bugia spenderai tutto quello che guadagni in cose lussuose solo per farti vedere dagli altri.

Secondo me invece sarebbe meglio che tu investissi con saggezza per fare in modo che i soldi stessi lavorino per te.

Quindi il top sarebbe riuscire a produrre maggiori entrate economiche dai vostri investimenti piuttosto che dal sistema del Network Marketing, a prescindere dalla grandezza del vostro Network Marketing, inteso come globalita’ di azienda madre e vostre downline.

Quindi non fraintendermi, non ti ho detto che tu non possa guadagnare notevolmente dal Network Marketing, ma credo che sia molto piu’ opportuno destinare la maggior parte delle tue entrate per crearti un’ulteriore rendita passiva, che sia al riparo da qualsiasi influenza esterna.

Provate a pensarci, se vi mangiate tutto il vostro guadagno, quanto denaro credete che vi rimanga da investire?

Ovviamente zero!

Il problema e’ il seguente, e cioe’ quanto guadagno posso spendere?

Ma attenzione alla seguente trappola.

Immagina di renderti conto che stai guadagnando abbastanza per pagare i tuoi conti in beni di lusso e che le cose stiano andando benissimo.

Ma ad un certo punto, e la vita e’ piena di incognite, qualcosa cambiera’ in peggio, e quando cambiera’ non avrai piu’ l’abilita’ a resistere alle difficolta’ che la vita comporta e tempi piu’ duri arriveranno.

Secondo le tue capacita’ reddituali attuali, stai passando il tuo tempo a pagare cio’ che hai creato, scavando un profondo buco nel tuo conto corrente, ormai in rosso profondo perenne, perche’ non hai piu’ le stesse capacita’ reddituali che avevi un tempo, per una serie di ragioni.

Quindi non avrai piu’ la capacita’ di resistere ai tempi difficili che verranno, perche’ prima o poi verranno anche per te.

Lo sai quali sono gli effetti della vita che non puoi evitare in alcun modo e che incombono su tutti noi?

Essi sono dolore, incertezza e lavoro senza fine.

Non li puoi aggirare.

Ci saranno prima o poi degli eventi negativi che produrranno questi tre effetti e devi essere veramente preparato per sopportarli tutti e tre.

Percio’ il messaggio che voglio inviarti e’ questo, cioe’ non spendere tutto quello che guadagni.

Se vuoi prendere un orologio di lusso acquistalo con i soldi percepiti grazie ai tuoi investimenti, non dal tuo reddito creato con il lavoro nel Network Marketing.

Percio’ il mio consiglio e’ quello di spendere mano dalle entrate di Network Marketing e di utilizzare questo reddito per creare una seconda fonte di reddito proveniente direttamente dai tuoi investimenti.

Spendi solo i soldi guadagnati dai tuoi investimenti.

Non posso consigliarti su dove investire, ma posso consigliarti di investire e non eccedere nei tuoi acquisti.

Una macchina di lusso non ti fara’ mai reclutare piu’ persone di quante puoi reclutarne tu stesso grazie alle tue capacita’ comunicative.

Non e’ nemmeno necessario avere un a casa di lusso per fare le presentazioni.

Anzi ti diro’ di piu’, e cioe’ che mostrare beni di lusso ai nuovi arrivati, a volte puo’ far crescere la diffidenza nei tuoi confronti, e/o far nascere, ma non sempre, come una sensazione di incapacita’ di raggiungere gli obiettivi che tu hai raggiunto, e che come sai non danno la felicita’. 

Peraltro accadra’ spesso che i beni da te sfoggiati rappresentino uno stimolo per qualcuno, ma non per tutti, a raggiungere i tuoi risultati.

Quindi una volta stabilita una linea che separa il tuo profitto ordinario da quello eccezionale, cerca di vivere con il reddito che sta al di sotto di quella linea ed investi tutto cio’ che guadagni che stia al di sopra di quella linea.

E ricorda che avere dei soldi ben investiti e’ molto piu’ sexy di un auto che non puoi permetterti, se non privandoti di entrate importanti per il tuo futuro.

9 – Bisogna approfittare dei successi momentanei, che sono importanti spunti di crescita nel Network Marketing

Chi sostiene tali affermazioni sostiene che i successi momentanei sono fondamentali per la crescita di un team, o globalmente di un’azienda di Network Marketing.

Quindi devi avere successo anche se momentaneo, perche’ e’ un evento importante!

Non e’ vero, lascia perdere il successo momentaneo.

E’ effimero, e’ breve, e’ momentaneo, non durera’ mai quanto tu ritenga che possa durare, e cio’ e’ stato constatato in tantissime unita’ operative costituite da team ed anche da aziende madri di Network Marketing.

Pensi che con il successo momentaneo si possa migliorare definitivamente  un’attivita’ di Network Marketing?

Non crederlo assolutamente!

Secondo te le altre aziende che operano nel Network Marketing ma senza alcun successo momentaneo sono tutte in crisi oppure con basse entrate?

Lascia perdere il successo momentaneo.

Ecco la verita’, e cioe’ il successo momentaneo statisticamente raramente dura in media piu’ di un anno e mezzo.

Inoltre le aziende, molto spesso possono entrare ed uscire dal successo momentaneo senza che se ne rendano conto immediatamente.

E’ necessario porsi la seguente domanda, e cioe’ pensate che nel mezzo di un successo momentaneo le persone sviluppino abitudini e consuetudini positive o negative?

Prendono abitudini negative, e sai perche’?

Perche’ va tutto bene, non ci sono avversita’, ci sono ottime entrate e non c’e’ interesse ad impegnarsi a fare di piu’ perche’ il piu’ e’ gia’ stato fatto.

Tutti vogliono prendere contatto con l’azienda madre, o con un team, perche’ sta vivendo un certo successo momentaneo.

Ed e’ la stessa azienda o team a dirlo, e cioe’ noi stiamo vivendo un successo momentaneo!

Vieni con noi perche’ stiamo avendo successo, anche se momentaneo.

Durante questo successo sono quindi aumentate le vendite ed incrementato il numero dei distributori reclutati.

Poi magari ad un certo punto quel successo momentaneo si ferma.

Ma poi l’azienda cosa fa, il team cosa fa?

Essi comunicano i numeri prodotti durante quel periodo di successo momentaneo.

Secondo te e’ giusto o sbagliato cercare di modellare la propria azienda o il proprio team sulla base del successo momentaneo di altre aziende o altri team, che non siano piu’ attualmente in quello stato di successo momentaneo?

Puoi dare del credito o fiducia ad un’azienda che abbia vissuto un successo momentaneo, se il loro unico modo per incrementare vendite e squadre di nuovi distributori e’ quello di vantarsi di avere avuto un successo momentaneo?

Cosa accade quando un team oggetto di un successo momentaneo si blocca?

Tutti i distributori del team si bloccano anche loro, perche’ non vi sono piu’ adesioni di nuovi distributori ne’ nuove vendite e tutto il meccanismo di reclutamento si interrompe.

La verita’ che non bisogna tenere conto in nessun modo del successo momentaneo.

Cio’ che e’ importante realmente e’ capire le ragioni per le quali il successo momentaneo sia partito e poi si sia fermato.

Puo’ benissimo accadere che, se cerchi sempre nuove e migliori opportunita’ di lavoro in aziende che abbiano avuto uno successo momentaneo, questo termini proprio quando prenderai il codice con loro, inizierai magari anche a lavorare con loro.

E che la fine del loro successo momentaneo potrebbe essere benissimo causata da un fatto negativo, del quale tu non ti saresti mai aspettato potesse accadere.

E tra i fatti negativi che fermano tale successo momentaneo potrebbero essere rappresentati dall’arrivo sul mercato di un nuovo concorrente, dal cambio del piano di marketing, da un cambiamento intervenuto nella gestione aziendale, dallo stop alle procedure aziendali in termini di aggiornamento tecnologico, durante le fasi della trasformazione, oppure la sostituzione di un ingrediente di un prodotto, che viene commercializzato per la maggiore, quando tutti danno la colpa dello stop al cambiamento di ingrediente.

Quindi potrebbero esserci innumerevoli ragioni che hanno bloccato il successo momentaneo che ti potrebbe aver indotto a divenire distributore di quell’azienda o di quel team.

Ecco che qualcosa cambia e quando cio’ avviene il lavoro diviene piu’ difficoltoso e quindi il nuovo arrivato decide di lasciare perche’ pensava che il successo momentaneo, appena terminato gli avrebbe permesso di produrre di piu’ fatturato, magari lavorando anche di meno.

Quindi il solo fatto di cambiare in continuazione azienda a seconda del successo momentaneo che ciascuna azienda possa aver iniziato o possa avere terminato, ti fa capire con molta evidenza che il successo momentaneo stesso non deve avere l’importanza che gli si attribuisce di solito, perche’ e’ solo pura illusione.

Certamente potrai anche aver guadagnato qualche commissione in piu’ durante il periodo del successo momentaneo, ma poiche’ il successo e’ momentaneo e quindi non e’ mai per sempre, puoi ben capire che nessun successo momentaneo potra’ mai farti guadagnare piu’ del 10% annuo.

Inoltre e’ sempre piuttosto difficile anche per un qualsiasi team leader, oltre che per la casa madre, crescere oltre il 10% all’anno, sia con un successo momentaneo che senza.

E’ difficile trovare un’azienda che aumenti la propria leadership oltre il 10% all’anno.

L’unica eccezione puo’ essere rappresentata dall’esempio dell’acquisizione di un’altra azienda, ma solo per il fatto che non e’ stata sviluppata internamente, ma acquisita dall’esterno.

Se riuscirai, e potrebbe essere possibile, ad ottenere una crescita oltre il 10%, potrai continuare ad ottenerla con una grande attivita’, altrimenti tale percentuale scendera’ inesorabilmente alla normalita’.

Se le tue azioni vincenti, compiute in un periodo di successo momentaneo, diano origine ad una variazione in eccesso, ci sara’ prima o poi una correzione verso il basso, perche’ non riuscirai a mantenere lo stesso ritmo dopo il termine del successo momentaneo.

Ed allora tu sarai pagato in eccesso o sarai pagato di piu’ dei livelli praticati normalmente dalla tua azienda madre.

Quindi ricordati che i guadagni ottenuti da un successo momentaneo che vadano oltre il 10%, saranno sempre corretti al ribasso, nelle attivita’ successive allo stop al successo momentaneo.

Tuttavia potranno esserci delle altre ragioni che portano alla correzione, e qui inizierai a dare la colpa a tutti ed a tutto, perche’ non sei in grado di di mantenere tale incremento dovuto al successo momentaneo.

E dopo la correzione al ribasso cosa faranno i distributori che abbiano ottenuto una maggiore percentuale grazie al successo momentaneo?

Cominceranno a cercare un’altra azienda madre, perche’ ritengono che il lavoro nella precedente sia divenuto piu’ difficile.

E tutti quelli che proveranno tali difficolta’ vorranno andare via e cercare un’altra nuova azienda.

10 – Cambiare azienda risolvera’ i tuoi problemi

L’azienda non ti ascolta, non fa le cose che andrebbero fatte, non rispettano il mio lavoro.

Ho sentito parlare di quest’altra azienda madre, che ha un sistema molto piu’ efficiente della precedente.

Se mi unisco a loro risolvero’ tutti i miei problemi.

Non e’ assolutamente vero.

Ogni azienda ha i suoi problemi.

Quando vai in un’azienda nuova non ti mostrano i loero problemi.

Non te li mostrano in anticipo.

Li scopri dopo.

Certamente puo’ accadere che un’azienda possa fallire o possa avere qualche altro grave problema, ma non e’ questo il punto.

IL mio miglior consiglio e’ quello di scegliere un’azienda in cui potrai avere anche dei problemi, ma in cui tu potrai essere quello che portera’ il cambiamento per superarli.

Quindi cerca di dare supporto alla tua azienda, aiuta e consiglia quell’azienda, fornisci la tua prospettiva a quell’azienda, aiuta quell’azienda a risolvere i suoi problemi, i problemi che hai riscontrato tu, perche’ comunque tutte le aziende hanno dei problemi da risolvere, ma ciascuna avra’ problemi diversi da un’altra.

11 – Tutto quello che devi fare e’ sederti ad aspettare pazientemente che l’azienda ti fornisca supporto ed assistenza

Se l’azienda non sta facendo quello che deve fare, abbi pazienza, aspetta e vedrai che lo faranno, magari incoraggiali a farlo meglio, e attendi che lo facciano.

Non e’ vero, non funziona cosi assolutamente!

Infatti le persone orientate all’attitudine mentale da dipendente aspettano supporto ed assistenza, ma di certo aspetteranno tantissimo!

Gli imprenditori ed i leader dotati di autorita’ no aspettano e fanno quello che devono fare, lo fanno e basta, creano il sistema, creano il riconoscimento, cercano di ottenere una formazione migliore, cercano di avere le migliori traduzioni nei rapporti con l’estero, cercano di creare siti web migliori.

Gli imprenditori non aspettano il supporto, lo creano oppure lo diventano loro per se stessi e per gli altri, e magari gia’ lo sono.

Un imprenditore nel Network Marketing  fa cose diverse da quelle che fa l’azienda madre.

Questa realizza il prodotto, con tanto di etichetta, consegna il prodotto, paga le percentuali, risponde alle domande, si occupa dell’assistenza ai clienti, cioe’ fa cose che noi non facciamo.

Noi distributori cosa facciamo?

L’abbiamo visto al punto numero 2 dove si parla della bugia secondo la quale il prodotto e’ talmente buono che si vende da solo.

E comunque dato che i nuovi arrivati non sono in grado di gestirsi in modo autonomo, a causa magari della pandemia, noi esperti li dovremmo aiutare.

Di conseguenza un’azienda madre potrebbe anche sostenere che tutto questo sistema sia piuttosto efficiente.

Ma non e’ possibile sostenere un’idea del genere, non e’ un sistema veramente efficiente quello che supporta la pigrizia delle persone deboli.

E’ solo un modo piuttosto inefficace di gestire un Network Marketing in maniera molto diversa da come invece le cose dovrebbero funzionare in un vero sistema di Network Marketing.

12 – Costruisci il sistema una volta e poi lascialo funzionare per sempre autonomamente

Questa e’ la piu’ grande menzogna che potrai sentire da qualcuno che ti vorra’ presentare il suo sistema di Network Marketing.

Ed e’ anche una delle piu’ dannose!

Ecco un’altra simile versione, e cioe’ impegnati nel Network Marketing tra i due ed i 5 anni e vedrai che poi potrai godere dei risultati ottenuti per tutta la vita, senza dover fare nient’altro che controllare il tuo conto in banca.

Puoi presentarmi qualcuno che sia riuscito ad ottenere un simile risultato solo dopo 2/5 anni?

Il vero imprenditore e’ uno che non si ferma mai.

Percio’ affermare che puoi lavorare per pochi anni e poi che tutto funzionera’ da solo in automatico e’ una grossa bugia.

Ho conosciuto personalmente molti top leader, i quali hanno detto di aver lavorato duramente per giungere ad un certo livello di reddito, e poi si sono fermati perche’ volevano essere liberi.

Ma poi hanno subito un evento fortuito negativo che li ha pregiudicati per sempre.

Quindi il mio consiglio e’ questo, cioe’ non fermarti mai, non smettere per troppo tempo o fare grandi pause.

Non devi rilassarti troppo, devi andare avanti piu’ forte e piu’ duro.

Ma se affermi cio’ che dice la bugia citata devi provare a farmi un esempio di attivita’ che sia stata costruita una volta sola e che poi sia durata per sempre!

Niente si mantiene per sempre!

Niente si mantiene costante per sempre se lo lasci andare.

L’unica legge costante che puoi riscontrare nella tua vita e’ che tutto decade, tutto si dissolve e svanisce.

La tua casa al mare rischia di farti spendere piu’ di quanto tu abbia speso per costruirla se non la curi o se la lasci andare per magari 20 anni.

Quindi tutto svanisce nel tempo, anche il tuo team, anche i leader che sembravano destinati ad essere tali a vita natural durante.

Svaniscono anche le persone che ti hanno aiutato a creare il team.

In 5 anni il 60% delle societa’ che appartengono alle famose prime 500 da Fortunes, spariranno, nel senso che o falliscono, oppure chiudono o saranno acquistate da qualcuno.

Percio’ non farti piu’ questa domanda e cioe’ che hai gia’ costruito la tua squadra e quindi perche’ dovresti crearne una nuova?

Per non cadere nuovamente nell’errore dovrai cambiare il tuo atteggiamento mentale riguardo al tuo impegno nella costruzione del tuo business nel Network Marketing.

E cio’ specialmente con riferimento al tuo contributo a favore delle persone che vogliono impegnarsi attivamente e nel tuo impegno di cercare delle nuove persone, che e’ altrettanto importante.

Devi cercare di mantenere il tuo impegno con le persone a lungo termine.

Per cui non dire mai al tuo team di fare questo sacrificio per pochi anni e poi ti rendera’ tanto quanto altri non non avranno mai nemmeno in 10 anni di lavoro da impiegati dipendenti.

Nella tua squadra fra 10 anni avrai in parte coloro con i quali sei partito, ed in parte coloro che avrai aggiunto nel corso degli anni.

Quindi capisci che nel Network Marketing ci sono due generi di attivita’ e cioe’ in primo luogo quello di costruire ed in secondo luogo quella di ricostruire.

E se invece non cambi atteggiamento mentale, se vorrai riprenderti dallo stop totale dovrai ricreare una seconda squadre, ma partendo da zero, cosa ben piu’ complicata rispetto al semplice ricostruire un qualcosa che hai iniziato a creare anni prima.

Ecco che cosa bisogna affrontare per raggiungere il successo.

Ecco che cosa e’ necessario per diventare dei leader dotati di carisma ed autorita’.

Percio’ ricordati ogni tanto di riguardare queste pagine sulle 12 bugie del Network Marketing.

Quindi ricapitolando, il Network Marketing e’ difficile da mettere in pratica, ma ne vale la pena.

Possiamo educare il mondo con il prodotto, e quindi il prodotto non si vende da solo.

La tua upline non e’ indispensabile, devi contare solo su te stesso

Devi cercare di reclutare centinaia di persone, per avere una cospicua quantita’ utile di distributori, e per costruire con sicurezza il tuo business.

Non lavorare da solo, perche’ hai bisogno comunque di aiuto per andare piu’ veloce.

Se vuoi costruire un impero devi essere ossessionato, non bastano due ore al giorno, di certo potrai iniziare lavorando per poche ore, anche part-time, ma poi devi prendere la strada dell’ossessione.

Cerca la tua felicita’ fuori dal tuo livello e fuori dal tuo reddito. 

Non e’ necessario sfoggiare il tuo successo, il tuo successo potra’ essere ottenuto solo dalla quantita’ di danaro che investirai e che otterrai quale ritorno dal tuo investimento, la tua ricchezza potra’ essere ereditabile dai tuoi figli e nipoti.

Il successo momentaneo non ha molta importanza, e’ piu’ importante agire con costanza, perche’ cio’ che conta veramente e’ quello che fari con la tua squadra.

Se la tua azienda madre non e’ in crescita non ha rilevanza, cio’ che importa e’ che sia il tuo team ad essere in crescita.

Ed il tuo team sara’ la tua azienda dentro un altro team e cosi via fino alla tua azienda madre. 

Cambiare azienda non risolvera’ i tuoi problemi.

Dipende molto dai prodotti dell’azienda lasciata, se siano d’immagine oppure se non ti costringano ad arrampicarti sugli specchi per convincere i clienti e potenziali collaboratori.

Un’azienda nuova avra’ un diverso insieme di problemi.

Non aspettarti che l’azienda ti fornisca supporto. 

Prova tu ad essere il supporto, sia per te stesso che per gli altri.

Costruisci il tuo business e poi ricostruiscilo ancora di nuovo senza mai interromperlo per lunghi periodi di tempo.

E adesso prova a riflettere su quello che hai appena costruito, prova a riflettere sui tuoi successi e su cio’ che hai appreso dai tuoi fallimenti, che non sono mai fatti negativi ma rappresentano un modo per apprendere.

Prova a riflettere su come hai lavorato e se nel tuo percorso tu abbia mai sentito la necessita’ di sostenere e suggerire al tuo interlocutore qualcuna delle precedenti 12 bugie, pur di conquistare un nuovo distributore.

Prova ad immaginare come cambierebbe la tua vita se smettessi di affidarti a quelle bugie, oppure se le accantonassi anche momentaneamente.

Quali sono le bugie che hai permesso che venissero continuamente e sistematicamente raccontate dai componenti del tuo team?

Cosa accadrebbe se tu impedissi che tali bugie venissero perpetuate?

Devi esaminare la tua attivita’ di Network Marketing in qualita’ di team leader come se tu fossi l’amministratore delegato della tua azienda personale, la quale ha avuto inizio grazie al tuo lavoro di costruzione.

Hai a disposizione come risorse l’azienda madre ed i suoi prodotti, le persone all’interno della reta globale, dall’upline fino alla downline.

Inoltre le amicizie che devi ancora inserire nella tua lista nomi possono essere le migliori risorse.

Puoi avere amici in questa professione del Network Marketing perche’ non esiste assolutamente alcuna concorrenza, oppure puoi avere persone in affari che ti aiuteranno a pensare come un amministratore delegato.

Molti ragionano come degli impiegati, non come imprenditori, invece molti imprenditori devono apprendere a come pensare come diventare degli amministratori delegati.

Quali sono le persone di cui hai bisogno per costruire il mio team?

Quali sono le persone deboli che puoi reclutare nel tuo team in modo che essi non siano piu’ dei punti deboli, cioe’ in modo che tu li possa educare e possa trasformare il loro atteggiamento mentale?

Come puoi costruire una squadra forte?

Per riferimenti generali riguarda il punto relativo al successo momentaneo.

Se vuoi puoi costruire delle persone forti, durante il periodo di successo momentaneo, e’ possibilissimo ma cio’ richiede che tu sia un team leader forte.

Certamente il successo momentaneo non crea delle persone deboli in modo automatico.

E’ una leadership debole che crea persone deboli durante un successo momentaneo.

Quindi se ci si trova in un periodo di successo momentaneo non vuol dire che stiano per diventare deboli tutti i componenti di un team, vuol dire solo che il team leader deve cercare di essere piu’ grande, piu’ audace e far conoscere, avvisare il team che i risultati di un successo momentaneo sono effimeri, non sono durevoli, e quindi non devono far impigrire, sono risultati che non durano molto se non ti impegni ancora di piu’ di quanto ci si e’ impegnati durante il periodo di successo momentaneo.

Fai sapere al tuo team che devono tutti sviluppare una maggiore leadership se vogliono mantenere il livello di reddito che hanno acquisito nel mezzo del successo momentaneo.

Quindi ci vuole molta forza per non prendere le cattive abitudini che si basano sulla pigrizia che nasce dopo un successo momentaneo.

Infatti nel periodo di un successo momentaneo sappiamo che tutti levano il piede dall’acceleratore perche’ ci si sente tutti troppo bravi per dover ritornare a fare il lavoro che si e’ sempre fatto.

Tutti saranno colpevoli se si perdono ingenti somme in euro.

Percio’ bisogna umilmente compiere le azioni che si sono gia’ compiute ancora all’inizio del proprio lavoro, per poi poter procedere a dare costanza alla crescita del proprio team o dell’azienda madre.

Certamente preferiresti lavorare in collaborazione con le persone dalla tua upline, perche’ in tal modo e’ piu’ semplice e piu’ veloce guadagnare, piuttosto che essere impegnato a far crescere i nuovi arrivati della downline, ma devo farlo perche’ fa parte del gioco, ma poi arriveranno anche le soddisfazioni economiche conseguenti, anche se ci vorra’ piu’ tempo.

E comunque se vorrai arrivare in alto devi partecipare a questo gioco.

Ma per partecipare a questo gioco devi apprendere ed applicare quello che hai imparato in un modo sempre piu’ veloce.

Per diventare veloci nell’apprendere bisogna frequentare le persone piu’ esperte, non puoi farcela da solo.

Questi esperti possono insegnarti tutto quello che sanno, e che magari hanno appreso durante un’esperienza nel Network Marketing, durata oltre 10 anni come minimo.

Contattali e vedrai che tutto cio’ che loro hanno appreso in cosi tanto tempo tu potrai apprenderlo nel giro di una settimana, pero’ tutto questo beneficio dovrai pagarlo.

Non importa quanto spenderai, quello che importa e’ quanto la loro abilita’ sia stata necessaria per far crescere la tua attivita’ nel Network Marketing.

Ovviamente dovrai stare attento a non scegliere le persone sbagliate.

Devi trovare qualcuno che sappia insegnare quello che per te sia necessario imparare.

Percio’ cerca di trovare una tua unica fonte di conoscenza in merito al Network Marketing, che abbia le qualita’ di un trainer per il tuo sviluppo personale, che abbia talento e saggezza umana.

Quindi non avere mai troppi allenatori perche’ cio’ ti portera’ solo confusione ed e’ facile che tu ti possa distrarre, e comunque se hai troppe opzioni diverse finiresti per non costruire nulla di valido.

Trova il tuo mentore che ti permetta di andare avanti il piu’ velocemente possibile.

Devi pero’ eliminare una parola dal tuo vocabolario, e cioe’ devi eliminare la parola industria, quando ti riferisci al Network Marketing.

Il Network Marketing infatti devi considerarlo una professione ed iniziare a parlarne come una professione con tutti i tuoi interlocutori.

Se ne parlerai sempre come una professione con chiunque, cioe’ amici, parenti, conoscenti, etc., essi potranno pensare come se, ed anzi come in effetti e’, sia una professione in cui crescere personalmente.

E cio’ piuttosto che concepirla come un’attivita’, in cui tu sia incardinato come una singola pedina, come un impiegato di un’industria con schemi rigidi, come in una posizione subordinata.

Ricorda sempre che quando parli di professione del Network Marketing parli anche di carriera nel Network Marketing.