Visualizzazione post con etichetta Hai detto ai tuoi iscritti in quali giorni invierai le tue offerte?. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Hai detto ai tuoi iscritti in quali giorni invierai le tue offerte?. Mostra tutti i post

10 agosto 2021

Capitolo XVI - Follow-up e frequenza di invio. Ottava lezione – Frequenza di invio e pagina di termini e condizioni

Hai detto ai tuoi iscritti quando invierai i tuoi messaggi nella tua pagina di termini e condizioni?

Hai detto loro in quali giorni invierai le tue offerte?

No?

Allora non ci sono problemi!

Se invece li hai informati sulla frequenza dei tuoi invii non puoi inviare i messaggi con una frequenza diversa perche’ potresti seriamente infastidire alcuni clienti potenziali.

Se non hai mai riferito di voler impostare una determinata frequenza allora hai piu’ spazio per la tua creativita’.

Tuttavia, se normalmente invii un messaggio una volta alla settimana, invia sempre  un messaggio ogni settimana.

Se lo fai il Sabato, invia sempre un messaggio il Sabato.

In questo modo, potrai familiarizzare maggiormente con tuoi iscritti, inviando loro i tuoi  messaggi in determinati giorni e orari prestabiliti.

Alcuni di essi potranno anche non vedere l’ora di ricevere i tuoi messaggi.

Vale la pena fare ancora un accenno a come impostare gli intervalli temporali dei messaggi in follow-up.

Abbiamo visto che questo problema in linea di massima dipende dal tipo di business, e soprattutto dal livello di complessita’ della materia oggetto del corso, oppure dalla possibilita’ di vendere piu’ info-prodotti di propria produzione o di altre ditte, a cui ti sarai affiliato.

Ma dipende anche e soprattutto dal tipo di destinatario.

Se hai intenzione di inviare dei follow-up ai nuovi iscritti, prova a creare dei corsi suddivisi in sei o sette lezioni consecutive, in cui verso la fine di ciascun messaggio presenti il tuo prodotto di facciata o di front-end in offerta.

Se invece stai inviando i tuoi follow-up ad un nuovo cliente, prova a spedire i messaggi con dei nuovi prodotti di back-end, a distanza di tre o quattro giorni l’uno dall’altro, ma a partire da almeno 7/8 giorni dal momento in cui il cliente abbia fatto il primo acquisto.

Questo e’ infatti l’intervallo di tempo che in media rappresenta il periodo, dopo il quale un nuovo cliente puo’ essere disposto a fare un secondo acquisto.

Inoltre potrai continuare ad inviare follow-up finche’ vorrai, purche’ tu offra sempre delle novita’ da acquistare e non sia ripetitivo!

In generale, decidere esattamente quando dovresti inviare i tuoi messaggi in follow-up e’ un compito piuttosto semplice, anche perche’ potrai verificare sempre i tuoi risultati, testando in continuazione vari modelli di messaggi e gli intervalli piu’ idonei.

Recenti statistiche hanno messo in luce che l’ideale sarebbe inviare un’email ogni 3/4 giorni per follow-up molto consistenti, o anche due messaggi alla settimana, anche di 5 o sei mesi, oppure, nel caso di un corso di max 6/7 lezioni, di inviarlo in un’unica settimana.

Se, come me hai organizzato un corso di 10 lezioni, scegli un intervallo piu’ lungo tra un messaggio e l’altro in modo che dal primo all’ultimo messaggio passino 25/30 giorni, cioe’ una media di due messaggi alla settimana

Ti raccomando di non inviare follow-up troppo frequenti, se si tratta di piu’ di 6/7 messaggi, in una unica settimana, perche’ rischi di apparire troppo invadente.

Come non dovresti inviare nemmeno un messaggio al mese perche’ rischi di entrare nel dimenticatoio.

Infatti in entrambi i casi potresti essere segnalato come spammer, e subire tutte le negative ripercussioni, che conosci gia’ sicuramente.