Visualizzazione post con etichetta Non ha senso avere tanti iscritti che non leggono la tua newsletter. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Non ha senso avere tanti iscritti che non leggono la tua newsletter. Mostra tutti i post

19 settembre 2021

Capitolo XVIII - Come creare e gestire una newsletter. Nona lezione - Cosa fare affinche’ una newsletter sia letta

Non ha senso avere tanti iscritti che poi non leggano la tua newsletter, quindi non ha molto senso inviarla anche a migliaia di iscritti, se poi i suoi messaggi vengono aperti per la lettura da poche persone (non stupirti perche’ questo accade molto piu’ spesso di quanto tu possa immaginare).

Una newsletter di successo infatti e’ una rivista elettronica, i cui messaggi i destinatari aprono e leggono non appena siano giunti nella loro casella di posta elettronica.

Ecco 5 fattori che rendono interessante e di successo una newsletter.

1 – Interattivita’

Alla gente piace essere coinvolta nelle situazioni.

Piace considerarsi dei membri qualificati di un gruppo.

Le newsletter interattive, per la loro stessa natura, rendono i lettori coinvolti e creano un senso di appartenenza.

L’inserimento di sondaggi di opinione, la richiesta di risposte alle tue domande, o alle domande di altri utenti, l’ottenimento di opinioni riguardanti prodotti, software, siti web, etc., rappresentano semplici strategie per fare in modo che i tuoi iscritti interagiscano con te e tra di loro.

2 – Personalita’

Le persone sono attratte da vere personalita’.

L’inserimento della tua personalita’ nella tua newsletter la rende interessante.

La tua personalita’ deve emergere con tanta enfasi dalle tue opinioni e commenti.

Oltre allo stile della tua scrittura dovrai far emergere la tua personalita’ attraverso non solo le tue opinioni, ma anche tramite le tue esperienze, la tua storia piu’ attraente, che inserirai nella newsletter.

Non cambiare mai per timore di non piacere a qualcuno.

Potrai piacere o anche essere odiato dalle persone, in parte, ma in ogni caso essi, molto probabilmente, leggeranno la tua newsletter.

3 – Utilita’ della tua newsletter

Le newsletter che non danno utili informazioni non saranno mai lette, oppure lo saranno per poco, perche’ poi l’iscritto annoiato si cancellera’ dalla lista.

Percio’ inserisci nella tua newsletter dei contenuti che le persone possano utilizzare per migliorare la loro vita, il loro lavoro, i loro affari, le loro relazioni interpersonali, etc.

Se stai promuovendo te stesso o il tuo business, prova a suggerire le tue migliori strategie che ti abbiano aiutato a migliorare.

Non cambiare modo di fare.

Ad esempio, mi chiedono spesso perche’ io dia gratuitamente delle informazioni così approfondite e complete.

Ma la risposta e’ semplice, e cioe’ la stragrande maggioranza degli utenti non utilizzera’ mai i miei suggerimenti perche’ e’ composta da persone troppo pigre o troppo impegnate (piu’ facile quest’ultima ragione).

In ogni caso dare le migliori informazioni ai tuoi iscritti comportera’ la creazione della tua credibilita’ ed il rispetto per te come un vero esperto ed essi ti interpelleranno quando avranno bisogno del tuo aiuto, piuttosto che arrangiarsi da soli.

4 – Attrazione

Fai attenzione, perche’ nessuno vorra’ mai leggere la tua newsletter se e’ costituita da lunghi paragrafi uniti tutti assieme.

Le newsletter che sono facili da leggere sono quelle che attraggono piu’ lettori.

Riprendero’ questo argomento nei dettagli un po’ piu’ avanti, ma ne ho gia’ discusso nella lezione relativa alla formattazione dei messaggi email del follow-up commerciale.

Riprendere l’argomento in questa sede della newsletter e’ utile per non stare a ritornare indietro per rileggere.

5 – Rilevanza

La tua newsletter deve essere rilevante per il mercato che avrai targettizzato.

Ovvio che se ti occupi di vendere servizi di marketing, crtamente non scriverai nella tua newslettere riguardo a risorse umane o di logistica.

Scriverai solo con riguardo ad argomenti che hanno a che fare con il marketing.

Se tu crei una newsletter rilevante per un determinato argomento, le persone che non sono interessate si cancelleranno.

E questo non e’ un problema perche’ e’ meglio avre un centinaio di iscritti fedeli lettori, piuttosto che un migliaio di iscritti non interessati ai tuoi contenuti.

Ed infatti essi non diventeranno mai tuoi clienti.